Francesco Guidotti, team manager Pramac Racing, conferma che Jack Miller si trasferirà nel team ufficiale Ducati MotoGP nel 2021. L’australiano firmerà presto.

Francesco Guidotti Ducati Pramac MotoGP
Francesco Guidotti (getty images)

Salvo sorprese, Jack Miller correrà nel team ufficiale Ducati MotoGP a partire dal 2021. Da diversi giorni circola questa indiscrezione ed emergono elementi che la confermano.

Le ultime dichiarazioni importanti provengono da Francesco Guidotti, team manager della squadra Pramac Ducati, quella per la quale corre il pilota australiano. Essendosi sbilanciato lui, è facile credere che l’operazione si farà.

Guidotti al sito ufficiale MotoGP.com ha dichiarato quanto segue: «La situazione più logica e normale è che Jack vada nel team factory. Ha iniziato con noi con l’obiettivo di guidare per la squadra ufficiale. Dopo un primo anno difficile, penso che nel 2019 abbia mostrato un ottimo potenziale, ha fatto un grande passo avanti. Per quest’anno ci aspettavamo un ulteriore miglioramento, però non è stato possibile dimostrarlo per il momento».

Il team manager Pramac spiega che la firma di Miller forse non c’è ancora, però la sua sensazione è che il trasferimento andrà in porto: «È pronto per il team ufficiale. Non sono sicuro che l’accordo sia concluso perché dalla fine della scorsa stagione abbiamo un nuovo accordo con la Ducati. Eravamo indipendenti nella scelta dei nostri piloti. Certo, abbiamo sempre informato Ducati e coinvolti nelle negoziazioni. Il primo passo veniva effettuato da noi. Alla fine dello scorso anno, abbiamo deciso di scambiare le posizioni, e ora il primo approccio è fatto dalla Ducati perché volevano fare un piano a medio-lungo termine con i giovani piloti e ci hanno chiesto se fosse possibile. Ovviamente ci tengono aggiornati».

Guidotti racconta che la situazione è cambiata per quanto concerne la scelta della line-up e conferma che a suo avviso Jack verrà promosso nella squadra ufficiale: «Per quanto riguarda Jack, stanno conducendo la trattativa e, per quanto ne so, non è stato ancora concluso. Ma, naturalmente, da entrambe le parti c’è l’intenzione di fare l’affare. Penso che sia vicino».

Il dirigente italiano svela che il pilota di Townsville avrebbe potuto cambiare moto: «L’anno scorso Jack sarebbe potuto andare via quando KTM gli ha offerto un sacco di soldi, ma è rimasto con noi, diciamo, non per pochi soldi ma molto meno. Significa che è molto soddisfatto dell’aspetto tecnico, gli piace la moto e si sente bene».

Jack Miller
Jack Miller (getty images)