La decisione del governo inglese di imporre la quarantena a tutti coloro che entrano in Gran Bretagna rischia di far saltare il Gran Premio di Silverstone

La Red Bull in lotta con la Ferrari al Gran Premio di Gran Bretagna di F1 2019 a Silverstone (Foto Mark Thompson/Getty Images)
La Red Bull in lotta con la Ferrari al Gran Premio di Gran Bretagna di F1 2019 a Silverstone (Foto Mark Thompson/Getty Images)

Dal calendario 2020 della Formula 1 che si sta faticosamente componendo, e che dovrebbe partire a luglio con il Gran Premio d’Austria, rischia di doversi sfilare un’altra tappa storica: quella in Gran Bretagna, a Silverstone.

Colpa della norma introdotta dal governo inglese, che prevede quattordici giorni di quarantena obbligatoria per tutti coloro che entrano nella nazione dall’estero. Se non si prevedessero esenzioni, questa regola implicherebbe l’impossibilità per tutti gli addetti ai lavori che non risiedono in Inghilterra di raggiungere la pista.

La quarantena inglese è un problema per Silverstone (e la Formula 1)

Non solo, ma anche tutte le squadre britanniche di F1 (che sono ben sette su dieci) non potrebbero rientrare a casa dalle loro trasferte per correre negli altri Paesi d’Europa. Insomma, un bel pasticcio.

“Questo complica non poco i piani di Silverstone, perché ci sono opzioni per correre solo in Europa e magari non rientrare così spesso”, ha commentato il proprietario della McLaren, Zak Brown, ai microfoni del quotidiano Evening Standard. “Sarebbe un peccato dover saltare il GP di Gran Bretagna ma, se tutte le altre nazioni fossero pronte a partire, allora non potremmo permettere ad una sola di bloccare la F1”.

Pronto a riempire il buco lasciato da Silverstone sarebbe il circuito di Hockenheim, ex sede del Gran Premio di Germania. “In un anno in cui dobbiamo far fronti a sostanziali perdite”, ha spiegato il boss dell’autodromo, Jorn Teske, al Kolner Express, “il nostro obiettivo dev’essere quello di generare introiti anche con la Formula 1. Ulteriori discussioni ci chiariranno se e come ci riusciremo”.

Lewis Hamilton sulla Mercedes W11 allo shakedown di Silverstone (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton sulla Mercedes W11 allo shakedown di Silverstone (Foto Lat Images/Mercedes)