Valentino Rossi e Marc Marquez sono pronti per tornare in moto sull’asfalto nei prossimi giorni, rispettivamente a Misano Adriatico e in Spagna

Valentino Rossi e Marquez (Getty Images)
Valentino Rossi e Marquez (Getty Images)

Se, con l’inizio della Fase 2, Valentino Rossi ha potuto risalire in sella alle moto da flat track nel suo Ranch, nei prossimi giorni potrà finalmente anche scendere di nuovo in pista sull’asfalto. Avverrà, naturalmente, sul suo circuito di casa di Misano Adriatico, in compagnia degli inseparabili allievi della VR46 Riders Academy.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il Dottore aveva provato già la settimana scorsa ad approfittare della prima giornata di prove libere organizzata dal tracciato della Riviera, ma ad impedirglielo era stata la burocrazia: le porte, in quel momento, erano aperte solo per i piloti residenti in Emilia-Romagna, mentre lui, sebbene a pochi chilometri di distanza, risiede però formalmente nelle Marche.

Leggi anche —> Valentino Rossi non può allenarsi a Misano: ecco i motivi

La prossima settimana Valentino Rossi a Misano

In un analogo buco nell’acqua si era trasformato anche il tentativo di partecipare ad un test al Red Bull Ring, sempre per colpa delle norme: al ritorno dall’Austria sarebbe infatti stato costretto a sottoporsi a due settimane di quarantena stretta. Ma ora, finalmente, l’autodromo intitolato a Marco Simoncelli sarà finalmente in condizione di ospitare anche i corridori riconosciuti d’interesse nazionale che vivono fuori dalla Regione. Avverrà già questo fine settimana, in occasione dei due giorni di prove in programma sabato 23 e domenica 24 maggio, a cui prenderanno parte molti centauri, ma non ancora Valentino Rossi.

Leggi anche —> Valentino Rossi, svelata la verità sul mancato viaggio in Austria

Il fenomeno di Tavullia ha preferito infatti riservare la pista per se stesso e i suoi in una data non meglio precisata della prossima settimana, anche per evitare pericolosi affollamenti di tifosi in un periodo in cui si impone il distanziamento sociale. Quel che è certo è che, comunque, mancano pochi giorni prima di rivedere il nove volte iridato, non ancora su una MotoGP, ma comunque sulla Yamaha R1 da Superbike che usa per gli allenamenti.

Anche Marc Marquez pronto al ritorno

Lo stesso accadrà anche al suo grande rivale Marc Marquez, che in Spagna già martedì o mercoledì prossimi, insieme al fratello Alex, risalirà in moto per la prima volta dopo la quarantena. “Abbiamo iniziato con l’attività fisica”, ha raccontato in un’intervista sui social network con il calciatore del Barcellona Ivan Rakitic. “Oggi è stato il primo giorno in cui potevamo iniziare a guidare una moto, ma ho deciso di aspettare fino a martedì o mercoledì, a seconda del tempo e del circuito. A poco a poco inizieremo a tornare alla normale routine per essere preparati, perché tutto indica che a luglio inizierà il Mondiale”.

Altri piloti, da Maverick Vinales a Fabio Quartararo, da Pol ad Aleix Espargaro, da Alex Rins a Joan Mir passando per Iker Lecuona, Tito Rabat e Jack Miller hanno invece anticipato tutti scendendo già in pista nel piccolo kartodromo di Pas de la Casa, ad Andorra, il Principato dove risiedono una decina di concorrenti della MotoGP.

Valentino Rossi e Marc Marquez (Getty Images)
Valentino Rossi e Marc Marquez (Getty Images)