Caro Alonso, stai attento: sei sicuro che la Renault sia la scelta giusta?

Fernando Alonso è sempre più vicino al ritorno in Formula 1 con la Renault, ma ci sono diverse ragioni per far dubitare su questa scelta

Fernando Alonso durante i test per la Dakar (Foto Toyota)
Fernando Alonso durante i test per la Dakar (Foto Toyota)

Anche se non l’ha ancora comunicata ufficialmente, Fernando Alonso sembra aver ormai preso la decisione sul suo futuro: farà ritorno in Formula 1 dopo due anni sabbatici, proprio alla Renault, la squadra con cui vinse i suoi due titoli iridati nel biennio 2005-2006.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ma se il campione asturiano morde il freno per rientrare nel massimo campionato dell’automobilismo, la Casa francese sembra avere invece molta meno fretta di ingaggiarlo come sostituto di Daniel Ricciardo, destinato a passare alla McLaren. Non tanto per ragioni sportive, quanto soprattutto di natura economica.

La Renault rischia l’addio alla Formula 1

La crisi del coronavirus ha infatti picchiato duro sul gruppo transalpino, che ha dovuto appena chiedere un prestito garantito dallo Stato di cinque milioni di euro. “In questo quadro, la Formula 1 potrebbe essere considerata una spesa frivola”, ipotizza la rivista specializzata Auto Hebdo.

Al momento la situazione della scuderia “non sarebbe così male”, prosegue il magazine, nelle due sedi di Enstone, per i telaisti, e di Viry-Chatillon, per i motoristi. Ma la stessa fonte interna al team rivela ai colleghi francesi che “non c’è fretta” di prendere una decisione.

Minardi sconsiglia la mossa ad Alonso

A ventilare la possibilità di un abbandono della Renault alla Formula 1 è anche Gian Carlo Minardi, l’ex team principal che fece debuttare Alonso nel Mondiale nel 2001. “Le voci di addio sono sempre insistenti”, commenta ai microfoni di Autosprint. “Non si sa per quanti anni ancora resteranno, non hanno un grosso budget ed anche dal punto di vista tecnico non sono al top, non ho visto un grande sviluppo”.

Un’altra buona ragione per nutrire fondati dubbi sul fatto che il marchio della Losanga sia la destinazione giusta per Nando è quella della competitività: “Chiariamo, per me Alonso fa ancora parte dei tre piloti più forti di oggi, ma non so quante opportunità gli potrebbe offrire una Renault che oggi non può vincere”, prosegue Minardi. “Oggi la Renault non dà garanzie. E se Alonso non torna per lottare al vertice in F1, meglio fare altro e mantenere alta la sua immagine di pilota polivalente, altrimenti la rovinerebbe”.

Leggi anche —> Alonso sempre più vicino al ritorno in Renault: ora anche lui si sbilancia

Fernando Alonso alla Dakar (Getty Images)
Fernando Alonso alla Dakar (Getty Images)