Se la Ferrari è convinta di avere ingaggiato Carlos Sainz come fedele gregario di Carlos Sainz, potrebbe avere sbagliato i suoi calcoli, sostengono alcuni

Il pilota della McLaren, Carlos Sainz (Foto Pierre-Philippe Marcou/Afp/Getty Images)
Il pilota della McLaren, Carlos Sainz (Foto Pierre-Philippe Marcou/Afp/Getty Images)

Carlos Sainz è stato ingaggiato dalla Ferrari per ricoprire il ruolo di secondo pilota designato, e restare comodamente nella posizione di fedele gregario di Charles Leclerc? Oppure, senza saperlo, la Rossa di Maranello si è portata in casa un giovane tutt’altro che arrendevole, che ha la volontà di dimostrare il suo valore contro il suo scomodo nuovo compagno di squadra?

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sulle ambizioni dello spagnolo neo ferrarista il paddock della Formula 1 si spacca letteralmente a metà. Ci sono addetti ai lavori, come Flavio Briatore, pronti a giurare che Sainz sarà semplicemente un dignitoso numero due. “È un buon pilota, reduce da un bel campionato nel 2019 se consideriamo la macchina che aveva a disposizione. Ma la situazione mi sembra chiara: la Ferrari punta tutto su Leclerc e fa bene, perché come ho avuto modo di dire l’anno scorso è un predestinato”, ha commentato il manager piemontese alla Gazzetta dello Sport.

Il monegasco, insomma, secondo Briatore è semplicemente di un altro livello: “I piloti buoni li vedi subito. Leclerc è un ragazzo velocissimo. Ha sorpreso lui e il team, come accadde alla McLaren con Hamilton. E due piloti dello stesso livello in squadra alla fine rischiano di portarsi via punti uno con l’altro”.

Leggi anche —> Carlos Sainz alla Ferrari: non chiamatelo il “nuovo Rubens Barrichello”

Quelli che non pensano che Sainz farà il gregario

Ma dall’altra parte della barricata c’è anche chi non è così convinto che Sainz si accomoderà tranquillo al suo posto senza battere ciglio. Questo è il caso, ad esempio, di Jenson Button: “Se Binotto ha scelto Carlos perché pensa che sia un buon pilota che però non darà del filo da torcere a Leclerc, io credo che abbia fatto un errore, perché Carlos è un vincente”, ha dichiarato l’ex campione del mondo ai microfoni di Sky Sport Inghilterra. “Se voleva solo avere una buona atmosfera in squadra, ha scelto la persona sbagliata. Ovviamente Carlos ha un buon carattere, ma come ho detto vuole vincere. È come suo padre, lui vuole fare il meglio che può e prendersi un campionato. Dobbiamo vedere come si svilupperà la situazione”.

Leggi anche —> Attenta Ferrari, quest’anno nel box si preannuncia una guerra aperta

Sainz Jr. (Getty Images)
Sainz Jr. (Getty Images)