Dalla Ferrari: “Sainz non sarà un 2°. Contenti se Vettel vince il titolo”

Marc Gené, collaudatore della Ferrari, ha spiegato i piani della Rossa in vista del 2021 per il neo-acquisto Carlos Sainz.

Carlos Sainz Jr. e Sebastian Vettel (Getty Images)
Carlos Sainz Jr. e Sebastian Vettel (Getty Images)

Questo 2020 sarà un anno davvero particolare per la Ferrari che ha già deciso i propri piloti per il 2021 e li ha annunciati. Dalla prossima stagione, infatti, Sebastian Vettel saluterà la Rossa e al suo posto arriverà lo spagnolo Carlos Sainz.

La situazione però è quantomai particolare perché la Ferrari si potrebbe anche ritrovare a dover salutare a fine anno un campione del mondo. Vettel, infatti, resta comunque un fuoriclasse e supportato dalla macchina giusta potrebbe anche regalare un ultimo colpo di coda con la Rossa mettendo sicuramente in imbarazzo i vertici di Maranello che da un lato sarebbero felici per il titolo vinto e dall’altro si ritroverebbero a dover salutare il campione in carica.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Gené: “Sainz? Scommessa per il futuro”

Durante un’intervista a “Marca”, Marc Gené ha così dichiarato: “Posso assicurarvi che Sainz riceverà la stessa attenzione di Leclerc perché puntiamo su entrambi. Capisco che sarebbe strano se Vettel vincesse il titolo al suo ultimo anno, ma saremo tutti felici per la Ferrari. L’ho spiegato anche a Carlos, qui c’è una filosofia particolare. Se Seb vincesse il Mondiale saremo davvero felici. La nostra scommessa con Sainz invece è per il futuro, stiamo costruendo una squadra giovane”.

Lo spagnolo ha poi così concluso: “Abbiamo deciso di puntare su Sainz per la sua età e il suo spirito laborioso. L’anno scorso in McLaren è stato davvero spettacolare. Se lo confrontiamo a Verstappen quando erano compagni di squadra erano alla pari in termini di velocità. In 15 anni che sono stato in Ferrari non abbiamo mai fatto un trasferimento così in anticipo”.

Antonio Russo

Ferrari e McLaren (Getty Images)
Ferrari e McLaren (Getty Images)