Cal Crutchlow sottolinea le difficoltà a gestire una Honda e su Jorge Lorenzo ricorda: “Se avesse continuato si sarebbe adattato”.

Crutchlow (Getty Images)
Cal Crutchlow (Getty Images)

Cal Crutchlow è ancora in California con sua moglie e sua figlia. Il pilota del team LCR Honda si è trasferito negli Stati Uniti pochi giorni prima che il paese chiudesse i suoi confini per impedire l’espansione del Coronavirus, un viaggio che Cal fece nella speranza che il campionato fosse ripreso ad Austin. Ma la California è ormai la sua seconda casa, qui trascorre l’inverno per prepararsi al meglio in vista del campionato. E magari sarà la sua prima dimore il giorno che deciderà di ritirarsi dalle corse.

In una intervista YouTube con la giornalista Marieta Evans il britannico parla dei test in sella alla Honda RC213V e alla sua capacità di collaudatore. “È sempre importante, perché grazie al mio stile di guida posso fornire informazioni più neutrali, ho anche la capacità di capire bene la moto e spiegare chiaramente i miei sentimenti, cosa è meglio e cosa è peggio. Marquez va incredibilmente veloce con qualsiasi moto e pneumatico. Nessuno al mondo è come Marc, i piloti sono più simili a me. Se tutti fossero come lui, vincerebbero tutti (ride)”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Honda moto dal dna difficile

La Honda è una moto difficile da guidare ma veloce: “Nel mio primo anno è stato difficile per me capire la Honda, anche se ho fatto dei buoni risultati. Devi spingere molto con questa moto, guidarla in modo aggressivo. L’ho capito meglio durante il secondo anno, alla fine devi adattarti alla moto, ognuno ha il suo DNA. Sappiamo che la Honda è fantastica in entrata di curva, ti permette di correggere la traiettoria frenando, hai un maggiore senso di controllo, specialmente alla fine del gara”.

Peccato che Jorge Lorenzo non sia riuscito ad adattarsi subito alla RC213V, complice anche una serie di infortuni che gli hanno fatto perdere la fiducia. “Se Jorge avesse proseguito si sarebbe adattato. Ma noi piloti siamo impazienti, posso capire la situazione in cui si è trovato Lorenzo, è un vincitore e ha sofferto per entrare nella top 10. Jorge è cinque campioni del mondo, sa guidare una motocicletta”.

Cal Crutchlow sulla Honda nei test MotoGP di Sepang (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)
Cal Crutchlow sulla Honda nei test MotoGP di Sepang (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)