Stefan Bradl conferma che nel mese di agosto Honda girerà a Misano per una sessione di test privati.

Stefan Bradl prova la Honda MotoGP a Jerez (Foto dal profilo ufficiale Instagram di Stefan Bradl)
Stefan Bradl prova la Honda MotoGP a Jerez (Foto dal profilo ufficiale Instagram di Stefan Bradl)

Nonostante il congelamento di motori e aerodinamica fino al termine della stagione MotoGP 2021, i costruttori si stanno attrezzando con i test privati, per lavorare su elettronica e telaio. Si vocifera di un possibile noleggio del tracciato di Misano da parte di Ducati per il mese di giugno, cui potrebbero affiancarsi Yamaha, Suzuki e Aprilia. Sarebbe una sessione molto importante prima di iniziare il campionato, visto la lunga assenza dalle piste e la mancanza di un test vero e proprio prima di dare inizio al Mondiale.

In attesa di date precise Honda conferma che girerà a Misano nel mese di agosto con Stefan Bradl, che ha confermato l’appuntamento a Speedweek.com : “Fino ad ora dal Giappone sono arrivate pochissime informazioni. So solo che continueremo con la data che abbiamo a Misano in agosto”, afferma il tester tedesco di HRC.

HRC prosegue l’evoluzione della RC213V

Il pilota trentenne ha spiegato come si lavorerà nel test estivo a Misano: “Gli ingegneri HRC hanno sempre innumerevoli nuove versioni di ogni componente che potrebbe cambiare. Dato che lo sviluppo del motore è bloccato per due anni a partire dallo scorso mese di marzo, sembra che dovremo fare più lavoro sull’elettronica. Gli ingegneri lavoreranno su nuovi programmi e mappature”.

D’altronde se lo sviluppo dell’aerodinamica è congelato non significa che Honda non possa lavorare in ottica futura. Nell’ultima giornata di test a Losail la scuderia giapponese ha riscontrato qualche problema proprio in questo settore, costringendo Marc Marquez ai lavori forzati. Ma Stefan Bradl ritiene che sia tutto regolare. “Honda stava confrontando la moto dell’anno scorso con la nuova versione, l’avevano già fatto nel 2018 poco prima dell’inizio della stagione, non è qualcosa di nuovo. A quel tempo hanno anche fatto un passo indietro e fatto sessioni comparative. A quel tempo le persone ne erano meno consapevoli. Inoltre, il fatto che la spalla di Marc non fosse al meglio a febbraio ha peggiorato le cose”.

Stefan Bradl su Honda in pista negli shakedown MotoGP a Sepang (Foto dal profilo ufficiale Twitter di Stefan Bradl)
Stefan Bradl su Honda in pista negli shakedown MotoGP a Sepang (Foto dal profilo ufficiale Twitter di Stefan Bradl)