Se la situazione sanitaria in Lombardia impedirà il regolare svolgimento del Gran Premio d’Italia di Formula 1, un’alternativa sarebbe il Mugello

La Ferrari di Formula 1 in pista al Mugello (Foto Ferrari)
La Ferrari di Formula 1 in pista al Mugello (Foto Ferrari)

Anche ora che sta prendendo forma un calendario per la ripartenza della Formula 1, restano comunque in sospeso le sorti del Gran Premio d’Italia a Monza. A tutt’oggi non è chiaro se l’autodromo brianzolo dove storicamente si svolge la tappa tricolore del Mondiale sarà in condizione di ospitare una corsa, anche a porte chiuse e senza spettatori. C’è chi si dice ottimista, come Flavio Briatore: “Ho grandi speranze che nel prosieguo del campionato ci possa essere una riapertura, seppur parziale, al pubblico, per esempio nella gara di Monza”, ha dichiarato il manager piemontese all’agenzia di stampa Adnkronos.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ma se questo scenario non si verificasse, per via del fatto che la Lombardia rimane la Regione attualmente più colpita dalla pandemia di coronavirus, a farsi avanti come possibile location sostitutiva è stato il Mugello. “Qualora ci fosse la necessità di organizzare un GP a porte chiuse in sostituzione di Monza, se a settembre la situazione della Lombardia non lo dovesse permettere, il Mugello sarebbe il luogo ideale per organizzarlo”, ha commentato il sindaco di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti, alla Gazzetta dello Sport.

L’impianto toscano di proprietà della Ferrari, che già ospita un Gran Premio del Motomondiale, potrebbe rappresentare infatti una soluzione: “Noi saremmo pronti a investire e discuterne con la regione Toscana e la Camera di commercio perché sarebbe un’occasione unica per portare la F1 in un circuito nuovo, dare visibilità al nostro Autodromo e anche costruire una collaborazione strutturata per i prossimi anni”, prosegue il primo cittadino Ignesti. “Non sappiamo che possibilità avremo di organizzare un GP, ma siamo pronti a trovare risorse nel nostro territorio anche se avessimo una chance su cento. L’Autodromo del Mugello, omologato per la Formula 1, è un’eccellenza per le sue professionalità, per la sua qualità e per la sua bellezza: ne abbiamo parlato con l’Aci ed il territorio è pronto a provarci”.

I tifosi Ferrari sulle tribune al Mugello (Foto Ferrari)
I tifosi Ferrari sulle tribune al Mugello (Foto Ferrari)