Autoscuola e patente: come cambiano esami di teoria e pratica

Le autoscuole riaprono mercoledì 20 maggio. Come cambiano gli esami di teoria e pratica per il conseguimento delle patenti A e B.

Patente di guida
Patente di guida

Dal 20 maggio riaprono le autoscuole nel rispetto del protocollo previsto dalle linee guida fissate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La riapertura degli uffici della motorizzazione civile sul territorio per lo svolgimento degli esami di teoria e di guida sarà gestita nelle modalità previste per il rispetto della sicurezza.

Gli esami di teoria che si terranno presso gli uffici della motorizzazione civile dovranno svolgersi rispettando le norme di igiene e sarà necessario provvedere a limitare l’affollamento delle aule nel rispetto del distanziamento: ove possibile si dovranno installare schermi in plexiglass su tre lati delle postazioni d’esame; tra un turno e l’altro di esame si dovranno sanificare gli ambienti disinfettando monitor, scrivanie, eventuali schermi parafiato, maniglie, bagni. L’esito d’esame, corredato dalla scheda compilata e da quella corretta, verrà comunicato via mail alle autoscuole.

Il Comitato tecnico Scientifico ha ritenuto che per evitare aggregazioni di candidati in attesa e uscita dagli uffici sede di svolgimento degli esami si potranno svolgere esami teorici anche presso autoscuole e centri di istruzione, anche in forma aggregata.

Leggi anche -> -> Spostamenti e autocertificazione: cosa cambia dal 4 maggio

Per gli esami di guida per le patenti A e B i candidati saranno identificati in un’area esterna; candidato, istruttore ed esaminatore saranno posti a distanza di sicurezza l’uno dall’altro e saranno dotati di idonea mascherina e guanti. Inoltre ogni candidato esaminato dovrà allontanarsi in modo da evitare assembramenti inutili. Facoltativa la misurazione della temperatura corporea dei candidati prima delle prove.

Patente di guida