Gli esperti del paddock scommettono con una voce praticamente unanime: Sebastian Vettel si ritirerà dalla Formula 1 e la Ferrari punterà su Carlos Sainz

Sebastian Vettel in pista nei test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel in pista nei test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)

Mentre gli osservatori s’interrogano sul futuro che attende la Ferrari e Sebastian Vettel dopo l’annuncio del loro divorzio consumato ieri, gli addetti ai lavori del paddock della Formula 1 sembrano avere già le idee chiare. Per quanto riguarda il quattro volte campione del mondo, i pareri sono quasi unanimi: gli esperti sono infatti pressoché concordi nel ritenere che l’ipotesi più probabile sia semplicemente quella di un suo ritiro dalle corse.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Il succo dell’anno scorso è che non voleva essere più lì”, ha osservato l’ex ferrarista Mika Salo al quotidiano finlandese Ilta Sanomat. Gli fa eco l’ex boss della Mercedes, Norbert Haug, alla tedesca Bild: “Il suo dubbio era: stiamo lottando insieme? Mi date l’attenzione di cui ho bisogno? Oppure preferite il mio compagno di squadra? Credo che Sebastian abbia preso una decisione molto coerente”.

Vettel avviato verso il ritiro dalla F1

A subodorare il prossimo abbandono di Vettel è anche l’ex collaudatore di Maranello, Pedro de la Rosa, che cita anche le dichiarazioni sibilline rilasciate dal tedesco nel comunicato con cui annuncia il suo mancato rinnovo: “Non parla più di vincere gare o Mondiali, ma di volere il meglio per il suo futuro, che è probabilmente destinato ad essere lontano dalle corse. Le sue parole suonano come un addio”.

Della stessa opinione anche l’ex pilota Christian Danner, oggi opinionista televisivo: “Grazie alla quarantena ha potuto vivere una vita quotidiana più normale, a casa, e forse ha capito che vorrebbe trascorrere più tempo con la famiglia”, ha spiegato ai microfoni di Rtl. “Un passaggio alla McLaren o alla Renault non rappresenterebbe un passo in avanti per lui. Non è destinato a diventare di nuovo campione del mondo negli anni a venire, e non so nemmeno se vorrà tornare in corsa”.

Leggi anche —> E adesso che fine farà Sebastian Vettel? Tutti gli scenari per il suo futuro

Alla Ferrari ci va Carlos Sainz

Quanto al suo sostituto in Ferrari, il nome che viene indicato con sempre maggior insistenza è quello di Carlos Sainz, che pare aver superato la concorrenza di Daniel Ricciardo. “Non credo che punteranno sul nome che suona italiano”, ha scherzato il suo ex compagno di squadra Max Verstappen su Instagram. “Ma questo è solo ciò che immagino, bisogna aspettare e vedere”.

Ad immaginarlo è anche l’ex patron della Formula 1, Bernie Ecclestone: “Sainz è improvvisamente cresciuto e diventato un pilota molto competitivo, che sarebbe facile da gestire per il team”, ha spiegato alla Bild. “Se andasse alla Ferrari sarebbe il numero due, ma non avrebbe problemi a farlo”.

Queste manovre innescherebbero un effetto domino nel mercato piloti, come sintetizza l’ex pilota e telecronista Martin Brundle: “Do la mia idea su tutto questo: Sainz alla Ferrari, Ricciardo alla McLaren, Vettel o Alonso alla Renault”, ipotizza l’inglese. “Se Seb si ritirasse, mi mancherà: è un ragazzo e un pilota di qualità, un campione e un adulto”. Insomma, stando a sentire chi se ne intende, il futuro sarebbe già scritto…

Leggi anche —> Sainz, Ricciardo, Hamilton…: su chi punterà la Ferrari per il dopo Vettel?

Vettel (Getty Images)
Vettel (Getty Images)