Finalmente una gioia: la Williams ritorna alla vittoria dopo otto anni

Si tratta solo di una gara virtuale, ma la soddisfazione è reale per la Williams, che torna al successo in Formula 1 (online) per la prima volta dal 2012

George Russell (Getty Images)
George Russell (Getty Images)

È solamente una vittoria virtuale, ma la gioia, quella è molto reale per la Williams. Una squadra che fu grande nel passato, scrivendo pagine di storia della Formula 1, ma che negli ultimi anni è sfiorita fino a diventare cenerentola del Mondiale a quattro ruote. E che ieri si è tolta la prima soddisfazione da molto tempo a questa parte: il successo nel Gran Premio di Spagna, anche se solo quello simulato.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

A portarla al trionfo è stato George Russell: ironia della sorte, proprio su quel circuito di Barcellona (ricostruito digitalmente) dove nell’ormai lontano 2012 Pastor Maldonado regalò l’ultimo successo vero alla scuderia di Grove. Il giovane talento inglese ha battuto sul filo di lana il sempre protagonista Charles Leclerc, che ha infilato così per la seconda volta la piazza d’onore dopo aver perso un altro duello, altrettanto serrato, con Alexander Albon nella precedente tappa in Brasile.

Russell-Leclerc, è duello tra Ferrari e Williams

Il ferrarista aveva comandato le operazioni fin dal via, confermandosi uno dei migliori delle corse online, ma un errore nella strategia (ha deciso di ritardare la sosta per il cambio gomme) ha permesso a Russell di rimontare, fino a superarlo. Entrambi, fra l’altro, sono stati penalizzati per tagli di chicane di tre secondi ciascuno: sanzioni che però non hanno comunque modificato la classifica finale.

Al terzo posto si è piazzata la Mercedes con Esteban Gutierrez, davanti alla Red Bull del già citato Albon. Soddisfazioni per i colori italiani vengono anche dal nostro Antonio Giovinazzi, che ha portato la Alfa Romeo alla sesta posizione. Da segnalare anche la presenza di alcuni calciatori: come il portiere del Real Madrid, Thibaut Courtois (dodicesimo), Aguero del Manchester City (quattordicesimo) e Arthur Melo del Barcellona (diciannovesimo).

Charles Leclerc partecipa a un Gran Premio virtuale di Formula 1 (Foto Franck Fife/Afp/Getty Images)
Charles Leclerc partecipa a un Gran Premio virtuale di Formula 1 (Foto Franck Fife/Afp/Getty Images)