Revisione auto: la proroga fino al 31 ottobre fa discutere

Si può circolare con la revisione auto scaduta fino al 31 ottobre 2020. Possono circolare anche i veicoli con revisione scaduta da molti anni.

Polizia di Stato
Polizia di Stato (getty images)

Da qualche settimana sono arrivate segnalazioni di automobilisti multati per la revisione dell’auto scaduta. In realtà durante l’emergenza Coronavirus dal Ministero dei Trasporti avevano annunciato una proroga, ma evidentemente nessuna circolare era arrivata alle forze dell’ordine. In base al decreto Cura Italia del 17 marzo 2020 numero 18 è consentita fino al 31 ottobre 2020 la circolazione ai veicoli con revisione scaduta o che scade entro la fine di luglio.

I proprietari delle suddette auto possono circolare liberamente senza il rischio di multe, come invece è avvenuto in alcuni casi. E possono circolare senza rischi pecuniari anche quei veicoli la cui revisione è scaduta già da diversi anni. Una norma che fa molto discutere dal momento che si tratta di mezzi poco sicuri e che rappresentano un rischio per sé e per gli altri.

Leggi anche -> Fase-2: cosa si può fare in auto e dove andare nel week-end

Per quanto riguarda invece le patenti di guida scadute in questo caso il Governo ha deciso di concedere una proroga che riguarda le scadenze degli stessi avvenute tra il 31 Gennaio e il 15 di Aprile 2020, stabilendo la loro validità fino al 15 Giugno 2020. Infine il Decreto Cura Italia non si è espresso sulla Tassa Regionale conosciuta con il nome di Bollo Auto, in quanto questa è una questione che riguarda le singole Regioni e alcune ne hanno già decretato la sospensione del pagamento.

Controlli della polizia (getty images)