MotoGP a porte chiuse: per i giornalisti sarà il caos

Nella stagione MotoGP 2020 si correrà a porte chiuse. Dorna non ha ancora chiarito come intende regolarsi con i giornalisti.

Getty Images

Quando ricomincerà la stagione MotoGP quasi nessun giornalista del settore cartaceo e online verrà ammesso nel paddock. Per il GP di Jerez, Dorna ha previsto un massimo di 1300 persone all’interno del paddock, forse anche meno, tra personale delle tre classi MotoGP, Moto2 e Moto3.

Le squadre dovranno fare a meno degli uffici stampa, degli addetti al marketing. Basti pensare che un team privato MotoGP deve essere limitato a 25 persone, un team ufficiale a 40, nelle classi Moto3 e Moto2 sono consentite solo 12 persone per squadra. I media restano esclusi, ad eccezione del team Dorna per la produzione televisiva, inoltre ci sono circa sei fotografi o agenzie fotografiche che devono rifornire Dorna, i team, alcuni editori e altri clienti. Soprattutto dalla Spagna e dall’Italia, dove il Campionato mondiale MotoGP è estremamente importante e risiedono molti team, Dorna non dovrebbe impedire l’accesso al paddock ad alcuni media della carta stampata.

Le misure restrittive anti contagio

All’interno del paddock si dovranno rispettare alcune rigide norme come il distanziamento, l’igiene delle superfici, lasciare aperte le porte il più possibile in modo da non dover toccare troppo spesso le maniglie, un’accurata sanificazione degli ambienti e igiene delle mani. Le superfici che vengono frequentemente toccate, come le maniglie di tavoli e porte e ringhiere nel paddock, devono essere pulite e disinfettate almeno una volta al giorno.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

I componenti delle squadre dovranno fare un test Covid 19 prima della partenza, quindi nel paddock quando arrivano. E ogni mattina all’ingresso del paddock, la temperatura corporea viene misurata. Anche se Dorna consentirà l’accesso ad un numero limitato di media, sorgerebbero non poche difficoltà. Ogni giornalista dovrebbe fare un test prima della partenza, al suo arrivo di nuovo, e i test costano tra 50 e 200 euro. Questi costi dovrebbero essere sostenuti da soli. Non sono ampiamente disponibili in soggetti senza sintomi. Sul campo dell’informazione Dorna non si è ancora espressa…

Getty Images