Renault non molla: “Spingeremo per un’indagine sulla Racing Point”

Il caso della “Mercedes Rosa” continua a far discutere. Renault promette che una volta ripartita la F1 farà pressioni sulla FIA.

La Racing Point di Sergio Perez in pista ai test F1 di Barcellona (Foto Mark Thompson/Getty Images)
La Racing Point di Sergio Perez in pista ai test F1 di Barcellona (Foto Mark Thompson/Getty Images)

Se le recenti aspre parole del CEO della McLaren Zak Brown sull’eccessiva somiglianza della Racing Point 2020 con la vecchia W10 avevano già fatto comprendere come la questione della presunta azione di copia-incolla portata avanti dal team di proprietà di Lawrence Stroll sia stata messa soltanto in stand-by causa bomba Coronavirus, il commento del dirigente di Renault Sport Cyril Abiteboul rappresenta la prova definitiva che quando e se si riprenderà a correre, per l’ex Force India saranno guai.

Sebbene al momento l’attenzione sia rivolta perlopiù all’aspetto economico, decisamente più rilevante in una fase tanto traumatica per lo sport e il mondo in generale, il tema che ha infuocato la sei giorni di test invernali al Montmelo tornerà alla ribalta.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“I meeting attuali si stanno concentrando sul breve periodo per quanto concerne la sopravvivenza e sul medio/ lungo termine per quanto riguarda sostenibilità, mentre il caso della Racing Point ancora non è stato toccato”, ha sostenuto con cognizione di causa il manager transalpino, notoriamente pungente.

In effetti l’argomento budget cap ha preso il sopravvento su tutti gli altri, specialmente perché il rischio tracollo post Covid-19 ha dato adito a nuovi e vivaci alterchi tra scuderie minori e i costruttori, questi ultimi, poco inclini a tirare la cinghia e ad avvicinarsi alle esigenze di chi dispone di meno risorse.

“Parleremo della legalità dell’equipe con base a Silverstone più avanti”, ha comunque promesso e rilanciato. “Dicendo questo non voglio spaventare nessuno, soltanto sottolineare come oggi, date le circostanze, sia necessario adottare un approccio più strategico”.

A dirla tutta nell’oscurità della sala dei bottoni qualcosa si è già cominciato a muovere. La scorsa settimana il boss dell’ex creatura di Vijay Mallya ha confermato un blitz di un gruppo di delegati FIA nella loro fabbrica.

(©Getty Images)

Chiara Rainis