Marc Marquez: “Sognavo un titolo, il resto è stato un regalo”

Marc Marquez ha ammesso che all’inizio sognava un solo titolo e tutto il resto è stato solo un regalo arrivato dalla vita.

Marc Marquez e Alex Marquez (Getty Images)
Marc Marquez e Alex Marquez (Getty Images)

Marc Marquez pur essendo molto giovane ha già una carriera stellare alle spalle. Sin qui infatti ha già portato a casa 8 titoli iridati, 82 vittorie, 134 podi e 90 pole. Lo spagnolo però all’inizio non pensava di certo di fare una carriera così sfavillante, basta pensare che nelle prime due stagioni di Motomondiale l’iberico portò a casa solo 2 podi.

Durante la trasmissione #CasaSkySport Marc Marquez parlando della stagione 2020 ha così analizzato: “Mi immagino un campionato più sprint, ma questo non deve cambiare molto la strategia. Devi naturalmente rischiare per prendere più punti degli altri, ma allo stesso tempo non puoi sbagliare perché altrimenti avrai poco tempo per recuperare. Speriamo che possiamo cominciare presto, poi quando verrà fatto il calendario studieremo la strategia e cercheremo di lottare per il campionato”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Marquez: “Quando Messi mi chiamò per nome mi sentì morire”

Lo spagnolo ha poi parlato dei propri desideri quando ancora era un bambino: “Il mio sogno da piccolo era quello di diventare un pilota professionista, non era quello di vincere. Poi quando sono arrivato nel Motomondiale ho visto il livello e ho cominciato a pensare di poter vincere un titolo, poi tutto quello che è arrivato dopo è stato un regalo della vita”.

Infine Marc Marquez ha così concluso: “Io ho sempre apprezzato molto Nadal, che è molto bravo sia come persona che come sportivo. Ha molta grinta. Poi mi piace Leo Messi, quando nel 2014 mi ha salutato chiamandomi per nome mi sentivo morire”.

Antonio Russo

Marc Marquez e Danilo Petrucci (Getty Images)
Marc Marquez e Danilo Petrucci (Getty Images)