Il responsabile sportivo della Formula 1, Ross Brawn, chiama in causa i piloti sulle decisioni per la ripartenza del Mondiale, per evitare nuove proteste

I piloti della Mercedes, Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, e della Ferrari, Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Foto Lluis Gene/Afp/Getty Images)
I piloti della Mercedes, Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, e della Ferrari, Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Foto Lluis Gene/Afp/Getty Images)

In vista della ripresa delle operazioni in Formula 1, l’obiettivo è quello di evitare un altro “momento Lewis Hamilton”, spiega Ross Brawn. Il responsabile sportivo del Mondiale a quattro ruote fa riferimento alla conferenza stampa che il campione del mondo in carica rilasciò alla vigilia del tentativo (poi notoriamente abortito) di disputare il Gran Premio d’Australia nel marzo scorso.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Mentre tutti predicavano che lo spettacolo dovesse andare avanti, infatti, il pilota anglo-caraibico dichiarò a microfoni accesi che il comportamento del campionato era “scioccante”, alla luce della pandemia di coronavirus che in quel momento stava iniziando la sua diffusione mondiale. E furono i suoi commenti, insieme alla successiva notizia del contagio di un meccanico della McLaren, a condurre all’inevitabile decisione definitiva di cancellare il weekend di gara.

L’opinione dei piloti sulla ripresa della Formula 1

Una brutta pagina della storia delle corse che Brawn vuole evitare di ripetere, ora che si punta all’inizio ritardato del campionato il prossimo 5 luglio in Austria. Per questo si è già messo in contatto con il sindacato dei piloti, la Grand Prix Drivers Association. “Abbiamo raccolto le indicazioni dei piloti, che ci hanno scritto”, ha spiegato l’ex direttore tecnico di Ferrari e Mercedes. “Abbiamo in programma di incontrarli nei prossimi giorni per spiegare loro meglio nel dettaglio i nostri piani, per dare loro i dettagli di ciò che accadrà con lungo anticipo sull’inizio delle gare”.

Insomma, anche i protagonisti del volante avranno la loro importante voce in capitolo per definire i piani del rientro in pista della Formula 1. E forse stavolta si riuscirà a scongiurare l’ipotesi di un dissenso in mondovisione.

Leggi anche —> La F1 si organizza. Rivelato come si svolgerà il GP dell’Austria

Il responsabile sportivo della Formula 1, Ross Brawn (Foto Charles Coates/Getty Images)
Il responsabile sportivo della Formula 1, Ross Brawn (Foto Charles Coates/Getty Images)