Superbike, Baz: “Con Ten Kate mi sento di nuovo 15enne”

Loris Baz ha ritrovato il sorriso da quando corre nel team Ten Kate Racing nel Mondiale Superbike. Dopo gli anni difficili in MotoGP, è felice oggi.

Loris Baz SBK
Loris Baz (©Getty Images)

Loris Baz è uno dei tanti piloti partiti con grandi ambizioni per il campionato mondiale Superbike 2020. Nonostante non corra per un team ufficiale, il francese ha a disposizione un pacchetto Yamaha molto competitivo nella squadra Ten Kate Racing.

Avendo accumulato molta esperienza tra SBK e MotoGP, va tenuto sicuramente d’occhio. Non sembra essere un candidato al titolo, però può dare molto filo da torcere ai rivali più quotati. Il potenziale per fare bene, appena la stagione riprenderà, par esserci.

Superbike 2020, Loris Baz felice con Ten Kate

Baz in una diretta Instagram ha ripercorso un po’ la sua carriera ed è arrivato a parlare del suo approdo in Ten Kate Racing: “Sono arrivato a metà stagione. Ho dovuto mostrare a tutti che ero ancora in grado di guidare una moto dopo il difficile 2018. Il team voleva mostrare a tutti che erano ancora una buona squadra dopo alcuni anni complicati. Non sapevamo quale configurazione utilizzare sulle piste, perché conoscevamo la moto. Abbiamo imparato tanto e siamo riusciti a fare una stagione positiva”.

Il pilota francese è rientrato nel Mondiale SBK a campionato in corso, dato che la squadra olandese ha esordito da Jerez. Inizialmente entrambe le parti hanno dovuto adattarsi a molte novità, inclusa la Yamaha R1.

La moto di Iwata sembra adatta a piloti alti, come lo sono anche Michael van der Mark e Toprak Razgatlioglu nel team factory. Baz a tal proposito commenta: “Sicuramente sono alti, ma sono quasi 10 cm più piccoli di me e 10 kg più leggeri di me. Quando sono saltato per la prima volta sulla R1 mi sono sentito subito bene. Non ho cambiato nulla della posizione della sella. Abbiamo solo cambiato molti setup perché abbiamo trovato qualcosa di meglio per me e il mio peso”.

Il rider 27enne spiega che ci sono delle differenze rispetto al team ufficiale Yamaha, però è soddisfatto del materiale di cui dispone: “Non siamo la stessa squadra, stiamo facendo il nostro lavoro, il nostro sviluppo. Alcune parti della moto sono diverse. Facciamo parte del progetto Yamaha, ma anche Ten Kate può sviluppare molte cose perché hanno molta conoscenza. È come essere in una squadra privata di fabbrica”.

Baz ha raccontato di avere un ottimo rapporto con Razgatlioglu, anche se in pista durante le gare non si fanno sconti a nessuno: “Toprak è un ragazzo davvero simpatico. Mi diverto a combattere con lui in pista e anche a parlare con lui nel paddock. Penso che sia il pilota a cui sono più vicino in Superbike. Anche se quando gareggio non voglio che ci siano amici! Con Toprak è sempre stato naturale. È un bravo ragazzo. Quello che mi piace di lui è che è un pazzo, che combatte come un matto in pista e io sono come lui, ma non si lamenta mai. A molti piloti piace combattere duramente, però quando lo fai tu con loro, si lamentano molto”.

Infine Baz ha confermato che il buon feeling trovato nel team Ten Kate Racing gli ha ridato grande fiducia per il futuro in Superbike: “Mi piace molto la mia vita, vivere il mio sogno. Voglio continuare a lungo perché la mia passione per le corse cresce ogni anno. Non mi è mai piaciuto andare in moto e correre così come adesso. Mi sento di avere di nuovo 15 anni da quando sono tornato con Ten Kate. Anche se ho avuto momenti difficili l’anno scorso, sono pienamente in forma e mi diverto tanto”.

Loris Baz WorldSBK
Loris Baz (©Getty Images)