Pol Espargarò non nasconde di coltivare il sogno di ogni pilota: diventare campione del mondo della classe regina.

Pol Espargarò (Foto Philip Platzer/Red Bull)
Pol Espargarò (Foto Philip Platzer/Red Bull)

Il pilota della Red Bull KTM Pol Espargaró non ha mai smesso di inseguire i suoi sogni. Alla pari degli altri colleghi spera un giorno di diventare campione del mondo della Top Class. D’altronde lo spagnolo sa già cosa significhi vincere un titolo iridato, dopo il trionfo in Moto3 del 2013.

Dalla sua promozione in MotoGP nel 2014 il minore dei fratelli Espargarò ha lavorato duramente per assicurarsi di ripetere l’impresa nella massima serie. È ancora lontano da questo ambizioso obiettivo, ma c’è ancora molta volontà di essere il migliore, come spiega in un’intervista con i colleghi spagnoli di DAZN. “Tutti sulla griglia di partenza, dal primo all’ultimo, sognano un giorno di diventare il campione del mondo. Chiunque sostenga il contrario sta mentendo. E ogni pilota GP vuole migliorare la sua situazione, ottenere una moto migliore e lottare per il titolo”, ha detto il 28enne catalano.

Leggi anche -> Lorenzo, foto con Iannone e nuovo messaggio di sostegno

Il desiderio di diventare campione del mondo è lo stimolo che ogni giorno lo spinge ad allenarsi e a fare sempre meglio.”Questa è la mia unica passione. Mi alleno tutti i giorni – non per vincere le gare, ma per vincere il titolo in MotoGP. E dopo tutto quello che ho dato, penso di meritarmelo anch’io. Penso di lavorare abbastanza duramente per ottenerlo, quindi continuo a combattere”. Da un po’ di tempo si vocifera di un possibile approdo alla Honda nel 2021, ma l’emergenza Covid-19 ha forse annientato questa speranza. “Al momento, queste sono solo voci. E forse ora otterrò risultati incredibili con la KTM, quindi non cambierei la moto per nessun tesoro al mondo”. Ma allo stesso tempo sottolinea: “La Honda è una moto piuttosto aggressiva – ha concluso Pol Espargarò -. Potrebbe adattarsi molto bene al mio stile di guida”.