Marc Marquez con il ritiro di Valentino Rossi verrà contrapposto mediaticamente ad un nuovo avversario. L’erede del Dottore sembra essere Quartararo.

Marc Marquez e Valentino Rossi in conferenza (Getty Images)
Marc Marquez e Valentino Rossi in conferenza (Getty Images)

La MotoGP negli ultimi anni ci ha abituato ad un perverso gioco di coppie, una contrapposizione di mondi tra piloti che ha fatto innalzare di molto l’audience attorno a tutto il movimento. Naturalmente negli ultimi 20 anni al centro di questo gioco di coppie c’è sempre stato un solo nome: Valentino Rossi.

In principio fu il duello con Biaggi ad accendere i cuori dei fan. Ancora oggi quello resta il vero paradigma della sfida tra due rider. La battaglia con il romano partì addirittura a distanza, caricandosi a molla prima del climax finale nel momento dell’incontro/scontro nella classe 500.

Tra Rossi e Biaggi fu un duello di ideologie, un diverso modo di percepire la figura del pilota, una spaccatura che divise a metà l’Italia che doveva scegliere per chi fare il tifo. Dopo questo duello fu la volta della sfida tra nazioni con Gibernau in un emozionante Italia-Spagna. Poi arrivò il turno delle sfide generazionali con Lorenzo e Stoner.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Marquez-Quartararo: il futuro è loro

Infine, il duello più acceso, quello con l’erede designato Marc Marquez. Probabilmente quella tra lo spagnolo e il Dottore è stato il dualismo più duro della carriera del #46. Con il ritiro che si avvicina per Valentino Rossi va da sé quindi che la MotoGP cerchi di ricreare un nuovo gioco delle coppie.

L’avversario scelto da contrapporre a Marquez sembra ormai deciso: dovrà essere Fabio Quartararo. Il francese è giovane e veloce, piace alla stampa, è simpatico, insomma sembra avere tutti gli ingredienti per diventare il nuovo rider di riferimento della MotoGP. Naturalmente il rider della Yamaha dovrà tramutare gli apprezzamenti in prestazioni in pista, ma la sua strada sembra ormai tracciata e lo stesso Valentino sembra avergli dato in un certo senso la benedizione a prendere il suo posto come miglior nemico di Marc in una sfida che probabilmente accenderà i prossimi 7-8 anni del Motomondiale.

Antonio Russo

Valentino Rossi e Marc Marquez (Getty Images)
Valentino Rossi e Marc Marquez (Getty Images)