Cal Crutchlow: “Un team sarà agevolato dalle nuove regole”

Cal Crutchlow promuove il congelamento di motore e aerodinamica fino alla fine della stagione 2021. E assicura che lo spettacolo sarà garantito.

La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)
La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)

La classe MotoGP ha congelato motori e aerodinamica fino alla fine del 2021. Un buon modo per contenere i costi in questo difficile momento di crisi sanitaria ed economica. Una misura condivisa da tutti i costruttori e promossa anche da Cal Crutchlow. “Il motociclista fa una grande differenza in moto”.

Solo dopo la prima gara del prossimo anno entreranno nuovamente in vigore le regole precedentemente note, con Aprilia e KTM che potranno mettere mano allo sviluppo del motore, mentre Honda, Ducati, Yamaha e Suzuki possono omologare nuovamente un nuovo motore solo nel 2022. Inoltre il pacchetto aerodinamico già omologato può ricevere un solo aggiornamento per pilota durante la stagione 2021. “Hanno preso la decisione giusta”, afferma Cal Crutchlow a Speedweek.com. “Hervé [Poncharal], IRTA e MSMA hanno fatto bene. È difficile perché vogliamo sempre migliorare la moto – anche gli ingegneri – ma è più giusta per tutti. La chiave sarà se sei soddisfatto della tua moto e del tuo set-up. È difficile sapere come – in base a dove siamo ora – possiamo migliorare”.

Leggi anche -> Stagione MotoGP 2020: c’è una data e un luogo d’inizio!

Nei test invernali i piloti di ogni marca hanno mostrato di essere a distanza ravvicinata on termini di prestazioni, quindi nessuno dovrebbe essere penalizzato più di un altro. Anche se qualcuno potrebbe approfittarne. “Una moto è stata particolarmente forte – e non dirò quale – e ne trarrà beneficio. Ma il pilota fa anche una grande differenza sulla moto. Era giusto ed è positivo per il Mondiale”, ha aggiunto il pilota del team LCR Honda. “Aprilia e KTM non devono nemmeno recuperare il gap con le altre bici perché hanno moto buone e piloti veloci. Abbiamo una buona base per il campionato e non vedo l’ora che prenda il via”.

La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)
La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)