Alex Marquez ha raccontato di come è arrivato a firmare durante il weekend di Valencia per la Honda a dispetto delle tante insinuazioni fatte.

Alex Marquez e Marc Marquez (Getty Images)
Alex Marquez e Marc Marquez (Getty Images)

Alex Marquez, quando finalmente la stagione prenderà il via, farà il proprio esordio in MotoGP sulla Honda. In tanti hanno parlato di questo trasferimento e hanno insinuato che sia stato favorito dalla presenza in HRC del fratello Marc. La realtà però è ben lontana da tutto questo.

Alex Marquez, infatti, ha nel suo curriculum 2 titoli iridati vinti e nel momento in cui la Honda si è trovata orfana di Jorge Lorenzo, con il benestare anche di Marc che non vedeva l’ora di poter condividere il box con il fratello, ha firmato con la squadra giapponese.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Alex Marquez: “Sarebbe stato meglio se fosse successo in Malesia”

Come riportato da DAZN lo spagnolo ha così raccontato della sua firma con Honda: “La domenica di Valencia non sapevo ancora se avrei firmato con la Honda o meno. Quello è stato un weekend super complicato, che non ho preso nel migliore dei modi. Non avevo firmato nulla. Forse sarebbe stato meglio se fosse successo in Malesia dove ci sono meno tifosi, ma a Valencia ogni foto qualcuno mi chiedeva se andavo alla Honda“.

Lo spagnolo ha poi proseguito: “Marc mi ha sempre protetto molto. In un certo senso mi ha rovinato vincendo tutti quei titoli e facendo tutte quelle vittorie e quei salvataggi facendoli apparire normali. Io provo a concentrarmi sul mio. Il campionato di Moto3 e Moto2 mi sono costati molto, ma con il duro lavoro ci sono riuscito. Il talento senza lavoro è inutile”.

Infine Alex Marquez ha così concluso: “Sogno di diventare campione del mondo MotoGP, è l’ultimo passo, quello più difficile, dove vincono solo quelli scelti. Ci sono tante persone che dicono che mi hanno messo in Honda solo perché sono il fratello di Marc e non danno importanza alle vittorie in Moto3 e Moto2. Non c’è niente di strano, mi sono guadagnato il mio posto in Honda“.

Antonio Russo

Alex Marquez (Getty Images)
Alex Marquez (Getty Images)