Alex Rins ha raccontato di essere rimasto sorpreso nel vedere che Valentino Rossi potrebbe concludere la propria carriera non in un team ufficiale.

Alex Rins e Valentino Rossi (Getty Images)
Alex Rins e Valentino Rossi (Getty Images)

Alex Rins, dopo un’ottima stagione in Suzuki ha resistito alla corte della Ducati e ha deciso di proseguire con il team giapponese. Il rider spagnolo, infatti, vuole provare a riportare la squadra nipponica nuovamente in testa al Mondiale dopo i successi del 2019.

Durante una video-intervista rilasciata a Sky Sport Alex Rins ha così dichiarato: “Sono molto felice del rinnovo con la Suzuki per i prossimi due anni. Ora stiamo soffrendo per il coronavirus, siamo tutti a casa. Mi sarebbe piaciuto firmare il rinnovo con tutto il team in qualche gara così potevamo festeggiare, ma abbiamo fatto un po’ di video-conferenze per festeggiarlo. Alla fine però sono felice perché sono rimasto in una squadra factory con tutta la mia squadra. Io conosco tutti e tutti conoscono me. Questo è molto importante per un pilota”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Rins: “Ho visto la Honda in difficoltà”

Lo spagnolo ha poi proseguito: “La Suzuki mi ha aiutato tanto per farmi sentire comodo su questa moto. Ho sentito molta fiducia e competenza e tutto ciò che ho chiesto ho ottenuto. Anche la Yamaha ha fatto un passo in avanti. Quelli che ho visto in difficoltà sono quelli della Honda. Marquez però secondo me starà lì davanti. Alex, invece, mi ha sorpreso perché pensavo ci mettesse più tempo per adattarsi”.

Infine Alex Rins ha parlato della sua grande stima per il Dottore: “Per me Valentino è un idolo. Per l’età che ha va ancora forte. Io sinceramente pensavo che si sarebbe ritirato con la Yamaha ufficiale e mi ha sorpreso il fatto di andare il prossimo anno in Petronas“.

Antonio Russo

Valentino Rossi e Alex Rins (Getty Images)
Valentino Rossi e Alex Rins (Getty Images)