Battistella: “Sarà dura per i rookie, vi spiego perché”

0
38

Secondo Simone Battistella, manager di Andrea Dovizioso, sarà complicato per i rookie visto che molti di loro hanno i contratti in scadenza.

Simone Battistella (Getty Images)
Simone Battistella (Getty Images)

Questa stagione sarà molto particolare per i piloti. I rider, infatti, sinora non sono ancora scesi in pista e probabilmente prima di vederli correre ci vorrà ancora un bel po’. Purtroppo però molti di loro hanno il contratto in scadenza alla fine questa stagione e devono ancora firmare il rinnovo.

In particolare la situazione si fa sempre più complicata per i rookie, che hanno il contratto in scadenza alla fine di questa stagione, ma per ora non sono mai scesi in pista con delle MotoGP. L’impressione è che si dovrà prolungare i precedenti accordi almeno per un altro anno per capire se possono proseguire nella classe regina del Motomondiale.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Battistella: “Sono ottimista per il 2020”

Come riportato da “Il Corriere dello Sport” Simone Battistella in merito a ciò ha così affermato: “Sono ottimista per il 2020, la Dorna vuole correre il Mondiale, con la massima flessibilità in termini di numero di gare. Per i contratti secondo me molto sarà legato alla sensibilità dei piloti e all’approccio delle squadre. Spero prevalga il buon senso. I giapponesi hanno già detto di non avere intenzione di rinegoziare i contratti, quindi non credo che chi ha già firmato avrà problemi”.

Il manager di Dovizioso ha poi proseguito: “Per alcuni la situazione sarà complicata. Alex Marquez è al debutto, non ha corso nemmeno un GP, ma ha il contratto in scadenza nel 2020. Naturalmente la Honda non può cambiarlo prima ancora che inizino le gare. Stessa situazione anche per KTM con Lecuona e Binder, ma anche la stessa Ducati con Zarco“.

Antonio Russo

Andrea Dovizioso (Getty Images)
Andrea Dovizioso (Getty Images)