Moto2, Bulega: “Felice nel team Gresini. VR46? Nessun rimpianto”

Nicolò Bulega ha grandi motivazioni per il campionato Moto2 2020. È contento di aver scelto il team Gresini Racing dopo la lunga militanza con quello VR46.

Nicolo Bulega
Nicolò Bulega (©Getty Images)

Il 2020 deve essere un anno di rilancio nelle intenzioni di Nicolò Bulega, reduce da stagioni difficili con lo Sky Racing Team VR46. Ha deciso di cambiare squadra, firmando con Gresini Racing, per provare a dare una svolta alla propria carriera.

Fausto Gresini ha grande esperienza e punta molto su di lui per il campionato Moto2. Può aiutarlo a crescere tanto, se lavorerà nella maniera corretta. Il potenziale per fare bene c’è, dato che è approdato in una squadra con una storia importante e con le risorse necessarie per fare risultati.

LEGGI ANCHE -> POGGIALI A TMW: “ORGOGLIOSO DELLA MIA CARRIERA. VOGLIO CRESCERE CON GRESINI. BULEGA HA GRANDE POTENZIALE”

Moto2, Bulega ha voglia di riscatto

Bulega in una chiacchierata su Instagram con Gresini ha raccontato com’è nato il trasferimento nel nuovo team nel 2020: «Eravamo a cena a Porto Verde la prima volta che abbiamo parlato e fu una bella serata. Abbiamo proseguito il discorso un anno dopo. Il primo aggancio nel 2019 è nato quando mio padre ha chiamato Fabrizio Cecchini e ha chiesto se ci fosse la possibilità di correre per il team Gresini Racing nel 2020».

Il pilota classe 1999 ha fatto un lungo percorso con la VR46 Riders Academy, ma poi ha sentito l’esigenza di cambiare e spiega perché: «Sono stato molto tempo con la VR46, ho fatto parte per sei anni della Academy e poi l’anno scorso ho pensato che mi mancasse qualcosa. Quando non riesci ad avere i risultati per i quali lavori, a volte non capisci perché. Quindi ho sentito la necessità di gestirmi da solo, di gestire la mia vita come piaceva a me. Volevo camminare da solo senza essere un po’ guidato. Per il momento non ho rimpianti, mi sono trovato subito bene con il team Gresini. Sono contento della scelta che ho fatto, ho attorno un gruppo di lavoro che mi aiuta tutti i giorni».

A Losail nella gara di esordio nel campionato Moto2 2020 un problema a un pneumatico gli ha impedito di ottenere il risultato che sperava: «In Qatar fin dai test eravamo abbastanza veloci, mi ero trovato bene. Dovevo risolvere un problema davanti, mi saltava l’anteriore sui curvoni. Comunque ero riuscito a guidarci un po’ sopra. Purtroppo quando siamo partiti per la gara abbiamo capito che avevamo un problema alla gomma anteriore. Il problema degli pneumatici Dunlup va risolto, perché possono compromettere dei weekend e innescare dei dubbi che non fanno bene».

Bulega ribadisce l’importanza di avere tempo per legare al meglio con la nuova squadra, ma comunque in Gresini Racing si è trovato bene: «Quando si va in un team nuovo c’è sempre bisogno di un po’ di tempo, serve creare del feeling e conoscere le persone. C’è necessità di capirsi a vicenda e nel più breve tempo possibile, non è sempre facile».

Nicolò è impaziente di correre, però sa che servono condizioni adeguate per poterlo fare senza rischi: «Sarà diverso tornare a fare le gare. Speriamo di tornare presto e in sicurezza, la salute è la cosa più importante».