Marc Marquez: “Preferiremmo essere ad un livello migliore”

Marc Marquez commenta i test invernali. Honda ha risolto i problemi riscontrati durante l’inverno, ma la RC213V non sembra essere in forma smagliante.

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

Honda e Marc Marquez hanno accusato molti problemi durante i test invernali, sia dal punto di vista tecnico che fisico. La nuova specifica di motore della Honda RC213V ha reso ancora più instabile il prototipo in percorrenza di curva, tanto da costringere il fenomeno di Cervera a lavori straordinari nell’ultima giornata di test IRTA a Losail. Problema risolto assicurano da casa Honda e Marc Marquez si è completamente ripreso dall’intervento alla spalla dello scorso novembre.

Tutto è bene quel che finisce bene e lo stop al campionato è calzato a pennello per l’otto volte iridato. “I test precampionato sono stati molto interessanti perché, francamente, ci siamo allontanati un po’”, ha detto Marquez a “MotoGP.com”. “È successo durante i test in Malesia perché io e tutto il team abbiamo pensato che i problemi fossero dovuti alle mie condizioni fisiche”. Invece i problemi riscontrati erano comuni anche a Cal Crutchlow, da sempre considerato un ottimo collaudatore. “La moto era molto difficile da guidare, specialmente nelle prime curve. Poi siamo andati in Qatar e il problema era ancora lì, anche se la mia spalla stava andando meglio”.

Leggi anche -> MotoGP, Ezpeleta: “Rossi-Marquez 2015? Più gestibile del coronavirus”

Molto lavoro è stato fatto in Qatar, tanto da chiedere in prestito la moto di Takaaki Nakagami. “Abbiamo provato alcune parti della moto 2019 e analizzato la situazione per trovare il problema”, ha aggiunto Marc Marquez. “L’ultimo giorno è stato decisivo. Naturalmente preferiremmo essere su un livello migliore, ma non eravamo mal posizionati per lottare per il podio nella prima gara”, è convinto il campione del mondo.

Si attendono conferme quando si scenderà in pista per il primo Gran Premio e sarà la pista a dare il verdetto finale sul lavoro svolto dai tecnici HRC. Tecnicamente, non ci saranno cambiamenti decisivi, perché i motori e l’aerodinamica sono congelati. Ma tutto il lavoro sarà focalizzato principalmente sul telaio, dove Marquez e gli altri stanno lavorando da molto tempo.

Marc Marquez (Getty Images)