MotoGP: il coronavirus non frena e salta un altro Gran Premio

0
166

La MotoGP non trova pace e non ha ancora un inizio. Ora a saltare ufficialmente è un Gran Premio storico come il TT di Assen.

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

La MotoGP continua a restare lontana dalle piste a causa del coronavirus. Dopo il rinvio del primo Gran Premio in Qatar, infatti, tante altre piste si sono dovute tirare indietro a causa di questa pandemia che sta flagellando il mondo. Ad oggi sono già saltati: Thailandia, America, Argentina, Jerez, Francia, Mugello, Barcellona e Germania.

Quello che a questo punto doveva essere il primo Gran Premio dell’anno: ovvero la gara di Assen il 28 giugno, è notizia di poco fa, saluta anche lui, per ora, questa stagione di MotoGP. Già nei giorni scorsi c’era sentore che sarebbe finita così visto che il governo olandese aveva deciso di fermare sino ad agosto tutti gli eventi sportivi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La speranza è di correre a Brno

Oggi però è arrivata la definitiva ufficialità grazie ad un comunicato stampa degli organizzatori del Gran Premio, che hanno scritto: “Purtroppo le recenti misure di sicurezza che sono state annunciate dal governo olandese ci costringono a rinviare la 90a edizione del TT di Assen in autunno o eventualmente alla prossima stagione”.

I biglietti già acquistati resteranno validi anche per la prossima data in cui verrà effettuato il Gran Premio. Naturalmente c’è grande delusione per gli organizzatori visto che Assen è un vero e proprio pilastro nel campionato della MotoGP. A questo punto l’inizio del campionato slitta al 12 luglio per la gara inaugurale del nuovo circuito finlandese, ma lo stesso Ezpeleta ha fatto sapere che il nuovo tracciato non può essere omologato in mezzo a questa crisi. A questo punto resta viva la speranza di cominciare almeno ad agosto a Brno.

Antonio Russo

MotoGP - Assen (Getty Images)
MotoGP – Assen (Getty Images)