Seat Leon: il primo giro virtuale a bordo della nuova berlina

0
55

Un giro virtuale a bordo della nuova Seat Leon grazie alla realtà virtuale. Interni e comfort al top per la mitica berlina spagnola.

Seat Leon

La realtà virtuale sta acquisendo un ruolo primario nel settore automotive. I designer possono guidare i futuri modelli e progettare gli interni ancor prima di essere realizzati e, con questa stessa tecnologia, Seat si è messa alla guida della nuova Leon. “Salendo a bordo della nuova Leon, conducente e passeggeri sono avvolti dalla sensazione di essere al centro dell’abitacolo”, spiega David Jofré, designer di interni di SEAT.

L’obiettivo del designer era quello di creare un’atmosfera avvolgente e accogliente per gli occupanti, con finiture decorative inedite per la plancia e le porte anteriori. Ogni elemento è stato ideato con la massima cura per le rifiniture e con massima precisione ergonomica, conferendo uno spirito ulteriormente sportivo. “Nei sedili, le spalle alte e la massima larghezza possibile nella zona superiore offrono comfort e protezione, oltre a sottolineare il carattere sportivo di Leon”.

La nuova Seat Leon vanta un passo maggiorato di 50 mm che vanno a vantaggio dei sedili posteriori e del comfort per gli occupanti. A recitare un ruolo di primo piano è anche l’illuminazione, sia esterna che interna. I fari Full LED e l’illuminazione coast-to-coast rappresentano un’evoluzione del design della nuova Leon, all’interno dell’abitacolo il ruolo dell’illuminazione non è da meno in questa trasformazione. La luce si espande lungo tutta la plancia e le porte, aumentando così l’effetto avvolgente. E non ha una funzione solamente decorativa. “Presenta anche una serie di funzioni di spicco, come gli indicatori di rilevamento di moto che si dovessero avvicinare dalla parte posteriore”, commenta David Jofré.

La tecnologia diventa protagonista della berlina spagnola, vantando uno schermo centrale per l’infotainment da 10” con sistema di Gesture Control che facilita l’interazione dell’utente. La posizione elevata dello schermo consente l’abbassamento del cruscotto, con un conseguente incremento della visibilità. “L’obiettivo era offrire un’esperienza totalmente digitale, riducendo al massimo i pulsanti fisici, per accedere a colpo d’occhio a tutti i contenuti… Tutte le zone della consolle sono facilmente accessibili e visibili con l’obiettivo di offrire la massima funzionalità. Gli spazi porta oggetti dedicati a tutto ciò che si utilizza quotidianamente sono stati massimizzati, senza tuttavia compromettere l’essenza pulita del design dell’ambiente”.