Valentino Rossi non ha più speranze di restare nel team ufficiale Yamaha

0
12079

Sfuma l’ipotesi del boss della Petronas di prolungare il suo contratto con Quartararo nel 2021 (e dunque quello di Valentino Rossi con la Yamaha ufficiale)

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

Sembra non esserci davvero più speranza. Il sogno di Valentino Rossi e dei suoi tifosi di vedere il Dottore ancora per un anno vestire i colori del team ufficiale Yamaha, nonostante il contratto ormai firmato da Fabio Quartararo per prendere il suo posto nel 2021, paiono definitivamente sfumati.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ad aprire una porta all’ottimismo era stato nei giorni scorsi, il team principal della Petronas, Razlan Razali. Nel caso in cui la stagione 2020 di MotoGP dovesse essere completamente cancellata, aveva ipotizzato il boss malese, si sarebbero potuti prolungare di un anno i contratti in vigore.

Valentino Rossi se ne andrà dalla Yamaha ufficiale nel 2021

Ovvero, la squadra satellite Yamaha avrebbe trattenuto il suo talentino Quartararo, mentre Valentino Rossi sarebbe rimasto per altri dodici mesi in quella ufficiale. Ma questa ipotesi, purtroppo, sembra avere ben poco fondamento. “Fabio ha firmato un contratto per passare al team ufficiale, che era il suo sogno”, spiega Hervé Poncharal, boss della Tech 3 e responsabile della Irta, l’associazione delle scuderie. “Non gli ho parlato, ma sono sicuro che ci voglia andare. E l’accordo è già stato messo nero su bianco, c’è scritto l’anno 2021 e quindi quello sarà valido”.

Di fronte a questo dato di fatto non c’è proprio più nulla da fare: “Un contratto è un contratto e Fabio sarà pilota ufficiale Yamaha nel 2021”, prosegue Poncharal ai microfoni della rivista specializzata austriaca Speed Week. “Tuttavia, comprendo la frustrazione di Razlan, che aveva investito in una moto ufficiale per il 2021. Sono sicuro che aveva la sensazione di essere pronto ad una stagione incredibile, in cui avrebbe potuto vincere dei Gran Premi e forse anche il Mondiale: sulla carta era tutto possibile. Purtroppo, questa è la vita e quello che è successo non è colpa di nessuno, ma ha riguardato tutta la MotoGP”.

La squadra clienti Petronas si deve dunque rassegnare a salutare il giovane francese che ha lanciato nella classe regina: “Ora Razlan potrebbe perdere tutti questi ingredienti”, conclude il suo collega Poncharal, “e affrontare un 2021 incerto, perché potrebbe non avere più il budget per una moto ufficiale e non sa che pilota la guiderà”. Un nome, però, per quel sellino è già stato avanzato: quello di un certo Valentino Rossi

Valentino Rossi (Foto Yamaha)
Valentino Rossi (Foto Yamaha)