Danilo Petrucci: la vita del paddock e la solitudine della quarantena

Danilo Petrucci ricorda gli impegni durante un week-end di Gran Premio, a fronte del periodo di isolamento che sta vivendo in emerenza Covid-19.

Danilo Petrucci (Foto Ducati)
Danilo Petrucci (Foto Ducati)

L’isolamento domiciliare costringe i piloti del Motomondiale a ritmi e stili di vita molto divergenti rispetto a quelli usuali. A parlarne è Danilo Petrucci, da oltre un mese nella sua Terni, dove sta attraversando la quarantena in compagnia dei genitori. Questa è già la prima novità, dal momento che da oltre un anno si era trasferito a Forlì per lavorare in tandem con Andrea Dovizioso, condividendo allenamenti in moto da cross e amicizie.

Petrux ha persino iniziato a giocare alla Playstation, si è dedicato al giardinaggio e alle live su Instagram intrattenendosi con i colleghi. Nei week-end di gara è ben diversa la vita di un pilota. “Da giovedì pomeriggio a domenica pomeriggio viviamo in un camion dietro al box. Al mattino hai un incontro con il capo dell’equipaggio per parlare della sessione del mattino. Comincio a cambiarmi e riscaldarmi quasi 40 minuti prima dell’inizio della sessione. E poi passi almeno 40 minuti nel box. Poi cambi i vestiti ed è già ora di pranzo”.

Gli impegni nel paddock

Ci sono poi gli incontri con i media e gli sponsor a completare la giornata di lavoro. “La giornata è davvero programmata, spesso si fanno le 19:30 e non hai nemmeno il tempo di fare un massaggio”, ha aggiunto Danilo Petrucci a Speedweek.com. “Durante il weekend di gara, non sei praticamente mai solo: l’unico momento è quando l’ultimo meccanico in griglia ti consegna la moto in mano alla fine della settimana. Ciò innesca sempre delle emozioni. Rimani da solo sulla griglia per un momento, il che è sempre emozionante. Perché tutto il lavoro di 40 persone è svolto e poi è tutto nelle tue mani. Devi finirlo”.

Leggi anche -> Carmelo Ezpeleta: “Tre ipotesi per la stagione 2020” 

Adesso la solitudine è un sentimento con cui convivere, in attesa di tempi migliori che consentano di riprendere una parvenza di normalità. “È difficile trovare le giuste motivazioni e opportunità di esercizio. E rimanere concentrati in questo periodo, quando non sappiamo nemmeno quando inizierà la stagione”.

Danilo Petrucci (Getty Images)
Danilo Petrucci (Getty Images)