Coronavirus, sconti in arrivo per le RC auto

0
690

La pandemia Coronavirus dovrebbe portare qualche piccolo vantaggio al momento di rinnovare la RC auto. Il Codacons chiede al governo interventi immediati.

RC auto
RC auto

La pandemia di Coronavirus ha causato conseguenze anche sul settore della RC auto. Con il Decreto Cura Italia il governo ha stabilito di allungare i tempi delle polizze in scadenza. Fino al 31 luglio gli assicurati potranno chiedere alle proprie compagnie una sospensione del contratto per i veicoli non utilizzati, purché effettivamente fermi e impossibilitati ad essere soggetti di un qualsiasi incidente.

Ma si può anche decidere di non sospendere l’assicurazione e ricevere di conseguenza uno sconto al momento del prossimo rinnovo. L’Asaps (associazione amici polizia stradale) ad esempio, ha chiesto di riconoscere a tutti gli intestatari di polizze RC auto in vigore un bonus da quantificare con il prossimo contratto. Probabile si arrivi ad uno sconto di una mensilità e alcune compagnie si stanno già impegnando in tal senso.

Leggi anche -> Cambio gomme dal 15 aprile: cosa cambia con l’emergenza Covid?

Un possibile intervento del governo

Del resto sulle strade italiane il numero di incidenti è calato drasticamente, quindi le compagnie dovranno tenerne conto a vantaggio degli automobilisti. L’Ania ha assicurato che “metteranno in campo delle iniziative specifiche, studiate in piena autonomia, per restituire alla collettività il beneficio derivante dal calo della frequenza dei sinistri in questo periodo”. Ma a buona parte dei consumatori non basta.

L’Unione nazionale consumatori lo giudica generico e tardivo, visto che il lockdown è in corso già da un mese. Inoltre il Codacons si dice contrario a misure prese in autonomia dalle aziende, chiedendo invece che sia il governo a predisporre delle agevolazioni uguali per tutti.

RC auto
RC auto