Mercedes-Benz EQE, riuscirà a spodestare la lussuosa Tesla Model S?

La Mercedes-Benz EQE è la più piccola delle berline della casa tedesca ma ha i numeri per giocarsela anche con la Tesla Model S. Scopriamolo insieme.
mercedes eqe
Lanciata nel 2012, la Tesla Model S è la vettura elettrica che ha suscitato nel settore un rinnovato interesse per la produzione di auto elettriche. È un’auto notevole che ha molte qualità, anche se ciò che l’ha contraddistinta (e che ha avuto successo) è stato il suo mix di alte prestazioni e lunga autonomia – era così buona in queste categorie che ancora oggi, circa otto anni dopo il suo lancio, è ancora ineguagliata.

Certo, è stato aggiornato per essere ancora più veloce e avere una’autonomia ancora più lunga, ma gli aggiornamenti non sono stati importanti e non c’era bisogno di molto per rimanere rilevante. L’attuale modello top di gamma, il P100D ha un pacco batterie da 100 kWh (che fornisce un’autonomia EPA fino a 628 km) e può sfrecciare da 0 a 100 in meno di tre secondi.

E mentre i primi esemplari erano afflitti da problemi di qualità in molti settori, questi sono stati lentamente risolti nel corso degli anni e l’attuale nuovo modello S è un’auto di lusso molto più convincente di quanto non fosse inizialmente.

La Tesla non si ferma qui con la Model S, poiché sta preparando una versione sportiva dedicata nota come Plaid. È la risposta diretta della Tesla alla Porsche Taycan, estremamente veloce e straordinariamente maneggevole; il piano è che non solo batta la Porsche in termini di prestazioni, ma che sia anche significativamente inferiore alla più potente variante Turbo S in termini di prezzo.

La Taycan è un po’ troppo costosa e non ha l’autonomia per essere un vero e proprio concorrente con la Model S. Non è certo male in termini di autonomia, ma la Tesla ha ancora il sopravvento.

Ma penso che l’auto elettrica che potrebbe davvero sfidare la Model S sia la prossima Mercedes-Benz EQE, la più piccola delle due berline EV progettate dalla casa tedesca. Finora, il costruttore ha lanciato solo il SUV EQC, che è abbastanza buono in molti settori, anche se non ha l’autonomia o le prestazioni per sfidare una vettura come la Tesla Model X.

Mercedes si impegnerà senza dubbio di più con l’EQE, tuttavia, e questo modello otterrà innegabilmente un’autonomia di una carica più elevata rispetto all’EQC, e sarà più veloce. Questo pur mantenendo l’impeccabile qualità degli interni e la funzionalità che la Tesla non può eguagliare – l’EQC si sente più lussuosa della Tesla Model X, anche con le eleganti porte posteriori di quest’ultima e il suo grande schermo per l’infotainment.

Abbiamo davvero grandi speranze per l’EQE, perché ci aspettiamo che il più grande e lussuoso EQS sia considerevolmente più costoso, probabilmente quanto un Taycan di fascia alta. L’EQE sarà un po’ più economico, ma sarà comunque abbastanza grande da conservare la sensazione di trovarsi in un’auto grande e lussuosa – infatti, se si guardano le fotospia, l’EQE ha un’area della cabina più lunga che occupa più spazio all’interno dell’auto, quindi anche se il suo passo sarà simile a quello di una Classe E, in realtà offrirà livelli di Classe S.

Per quanto riguarda le sue specifiche, beh, probabilmente non si abbinerà alla Model S sulla gamma o alle varianti più veloci per le prestazioni. Ci sarà probabilmente più di una variante di EQE, però, ma il modello EQE400 avrà una trazione integrale, 402 cavalli di potenza e 765 Nm di coppia e un’autonomia fino a 600 km, quindi sarà proprio lì con l’attuale Model S (almeno in termini di portata).

L’unico problema è che mancano ancora circa due anni alla commercializzazione, come modello 2023. A quel punto, la Tesla avrà aggiornato nuovamente la Model S, migliorando la sua autonomia; la Model S Plaid farà probabilmente il suo debutto anche per allora, così la casa automobilistica manterrà il suo primato nel segmento in termini di autonomia e prestazioni.

Tesla non ha annunciato alcun piano per sostituire la Model S con una nuova generazione. Tuttavia, se Elon Musk sentirà i concorrenti con il fiato sul collo, probabilmente metterà in moto il piano per lanciare una sostituzione che attingerà all’esperienza acquisita dalla casa costruttrice da quando la Model S è stata progettata.