Dal 15 aprile scatta l’obbligo di montare gomme estive. Ma cosa succede in questo periodo di emergenza Coronavirus?

Pneumatici (photo Pixabay)

Dal 15 aprile scatta l’obbligo di cambiare le gomme invernali e montare quelle estive, anche se la legge consente di poter ritardare di un mese il cambio degli pneumatici. Ma in questo periodo di emergenza Coronavirus cosa prevede di fare la normativa?

Al momento non è prevista nessuna proroga dal Decreto Cura Italia. Quindi bisognerà effettuare il cambio entro e non oltre il 15 maggio. Ricordiamo che i gommisti stanno lavorando normalmente anche se a ritmi ridotti, intervenendo però solo su mezzi che si devono muovere per necessità, come quelli di soccorso. Di regola ci si potrebbe recare dal gommista solo per comprovate necessità di lavoro giustificabili secondo le concessioni ammesse dal DPCM 10 aprile 2020.

Nessuna proroga ufficiale

Secondo le associazioni di categoria, “i gommisti possono svolgere la loro attività di manutenzione, riparazione e commercio al dettaglio, a patto di rispettare le misure di sicurezza e in particolare che siano effettuati ingressi in modo dilazionato evitando alle persone di sostare più del tempo necessario. Una buona pratica potrebbe essere quella di operare su appuntamento“.

Non dovranno sostituire le gomme chi monta pneumatici quattro stagioni o che hanno un indice di velocità uguale o superiore a quello riportato sul libretto di circolazione. In questo periodo di emergenza senza precedenti AIRP, ANIASA e Assogomma ribadiscono che “devono essere rispettate le prescrizioni governative che impongono ai cittadini di stare a casa… Non è escluso che, laddove non si riuscisse a perfezionare il cambio gomme a tempo debito, le associazioni di categoria si facciano carico di richiedere eventuali eccezionali e limitate proroghe di tempo“.

Ricordiamo che il mancato cambio delle gomme prevede una sanzione amministrativa che oscilla da 422 euro a 1.695 euro. In più le autorità possono procedere con il ritiro del libretto di circolazione. Ciò comporta la revisione presso il Dipartimento dei Trasporti Terrestri.

Pneumatico (photo Pixabay)