Vinales non vuole perdere Valentino Rossi in squadra: “Sono inc…ato”

0
6381

Maverick Vinales non teme il suo prossimo compagno di squadra Fabio Quartararo, ma non è pronto a salutare il suo attuale vicino di box Valentino Rossi

Valentino Rossi e Maverick Vinales (Foto Yamaha)
Valentino Rossi e Maverick Vinales (Foto Yamaha)

Maverick Vinales è pronto ad accogliere nel team ufficiale Yamaha a partire dalla stagione 2021 il suo prossimo compagno di squadra Fabio Quartararo, non teme la concorrenza del giovane fenomeno emergente francese. Ma, dall’altro lato, non è invece per niente contento di dover salutare il suo attuale vicino di box, Valentino Rossi. “Da una parte sono contento che nel 2021 io e Fabio lavoreremo insieme”, ha raccontato Top Gun, “ma dall’altra parte sono inc…ato, perché avere Rossi nella stessa squadra è sempre stato molto bello. Sono dispiaciuto di perdere Valentino”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per un pilota come Vinales, cresciuto seguendo proprio le imprese del fuoriclasse di Tavullia, infatti, poter condividere la scuderia con il nove volte iridato è stata una fonte di grande crescita a livello di guida: “Rossi è il mio idolo sin da quando ero piccolo, lo vedo correre da quando ho tre anni, per me è una motivazione extra essere in pista con lui”, ha spiegato lo spagnolo. “Non ho parlato con Yamaha di come sarà la situazione l’anno prossimo, spero che Valentino continui comunque a correre con il nostro marchio. Lui è un pilota importante che porta tante informazioni utili. Da lui ho imparato molto: quello che sicuramente mi resterà è la sua capacità di avere sempre il sorriso, a prescindere che arrivi primo o settimo”.

Maverick Vinales in quarantena ad Andorra

Maverick Vinales sta trascorrendo il periodo di isolamento forzato nella sua casa di Andorra, dove si dedica alle gare virtuali di MotoGP, ma soprattutto ha ripreso da poco l’allenamento dopo il problema fisico che lo ha colpito il mese scorso: “Credo sia stata una fortuna lo stop del Mondiale, perché mi sono infortunato in motocross e ora ho il tempo per recuperare”.

L’obiettivo, però, come per tutti i suoi colleghi piloti, è quello di ricominciare a correre al più presto possibile. Sperando che questo obiettivo non costringa l’organizzazione a compromessi eccessivi: “Non sono favorevole alle gare a porte chiuse”, conclude. “Noi dobbiamo tutto ai tifosi, corriamo per loro. Però se dobbiamo correre a porte chiuse, va bene, l’importante è fare le gare”.

Valentino Rossi e Maverick Vinales (Foto Yamaha)
Valentino Rossi e Maverick Vinales (Foto Yamaha)