Mercato piloti MotoGP: due giovani talenti italiani nel mirino della Ducati

Due giovani piloti italiani della Moto2, Enea Bastianini e Lorenzo Baldassarri, sono seguiti con attenzione dalla Ducati per il grande salto in MotoGP

Andrea Dovizioso sulla Desmosedici nei test MotoGP di Sepang (Foto Ducati)
Andrea Dovizioso sulla Desmosedici nei test MotoGP di Sepang (Foto Ducati)

La Ducati continuerà anche in futuro a puntare sui giovani talenti, in particolare su quelli italiani. E così, dopo aver fatto esordire in MotoGP, nel corso degli anni, nomi come Andrea Iannone e Pecco Bagnaia, la Rossa di Borgo Panigale ha già messo nel mirino alcuni tra i piloti nostrani emergenti più interessanti che corrono nelle categorie inferiori. “Stiamo tenendo d’occhio alcuni giovani italiani da un po’ di tempo”, ammette infatti il direttore sportivo Paolo Ciabatti ai microfoni del sito specializzato tedesco Motorsport Total. Due nomi su tutti: Enea Bastianini e Lorenzo Baldassarri.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il primo, riminese, 22 anni, è già stato monitorato in passato dalla Honda e vanta nel suo palmares tre vittorie e un titolo di vicecampione del mondo in Moto3, prima di passare alla Moto2 dove l’anno scorso, al debutto, è salito già una volta sul podio e in questa stagione si è ripetuto con il terzo gradino conquistato nell’unico Gran Premio corso finora, in Qatar. “Finora non ha dimostrato quello che ci aspettavamo”, ha sottolineato Ciabatti, spronando dunque il Bestia a crescere ulteriormente per potersi giocare un posto nella classe regina sulla Desmosedici.

Bastianini e Baldassarri nel radar Ducati

Il secondo, marchigiano, 23enne, iniziò alla grande lo scorso campionato, con tre vittorie nei primi quattro Gran Premi, risultati che lo portarono in trattativa per il salto di categoria proprio con il team satellite Ducati Avintia. Ma il calo di rendimento nella seconda parte dell’anno ha fatto arenare questo progetto, almeno per il momento. “Nel 2019 iniziò la stagione in modo spettacolare”, ammette Ciabatti, “poi si perse. Ma l’unico GP corso quest’anno è stato positivo per lui”, conclude il dirigente della Casa bolognese, riferendosi al secondo posto ottenuto all’esordio di Losail.

Il futuro di Bastianini e di Baldassarri, dunque, è tutto nelle loro mani. Se riusciranno a vincere e a convincere in Moto2 (quando si riprenderanno le gare dopo il periodo di quarantena), per loro si potrebbero spalancare davvero le porte della MotoGP. E dall’ingresso principale, quello della Ducati.

Lorenzo Baldassarri ed Enea Bastianini sul podio del Gran Premio del Qatar 2020 di Moto2 dietro al vincitore Tetsuta Nagashima (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Lorenzo Baldassarri ed Enea Bastianini sul podio del Gran Premio del Qatar 2020 di Moto2 dietro al vincitore Tetsuta Nagashima (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)