Jos Verstappen, papà di Max ha detto la sua sulla possibilità di vedere in futuro il dream team formato dal figlio e Lewis Hamilton.

Lewis Hamilton e Max Verstappen sul podio (Getty Images)
Lewis Hamilton e Max Verstappen sul podio (Getty Images)

Max Verstappen in questi anni è maturato davvero tantissimo. Dopo aver stabilito diversi primati di precocità, tra i quali quello del vincitore più giovane di sempre a 18 anni, 7 mesi e 15 giorni sembra finalmente pronto a potersi giocare il titolo iridato.

Dopo un 2017 infelice, fatto di due acuti (i due successi in Malesia e in Messico), ma di tanti, troppi ritiri l’olandese  è diventato decisamente più costante. Nel 2019, grazie a 3 affermazioni e diversi buoni piazzamenti, Max è riuscito a mettere insieme la sua migliore stagione in F1 portando a casa 278 punti e un ottimo 3° posto nella classifica iridata.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La pazza idea del dream team

Durante questo inverno la Red Bull, con l’ansia di perdere Max, ha subito deciso di rinnovargli il contratto sino al 2023, prima che gli venissero strane idee. In tanti, infatti, sino a quel momento avevano auspicato un suo passaggio alla Mercedes dal 2021, dove avrebbe condiviso il box con Lewis Hamilton, per una sfida generazionale tra il vecchio campione affermato e il nuovo fuoriclasse emergente dell’automobilismo.

Jos Verstappen, in un’intervista rilasciata a “GP Racing” ha parlato della possibilità di vedere suo figlio e Hamilton nello stesso team: “Il mondo esterno adorerebbe vederli insieme, ma probabilmente non è una buona idea. Sarebbe anche molto difficile economicamente. Max ha sempre voluto restare, si sente molto bene con la squadra. Lui è molto vicino a Helmut e Marko è un grande fan di Max. Penso che sia il tipo di pilota che gli piace. Inoltre Max è un tipo diretto proprio come Helmut”.

Antonio Russo

Max Verstappen e Lewis Hamilton (Getty Images)
Max Verstappen e Lewis Hamilton (Getty Images)