“Hamilton parla bene, ma perché non ci mette la faccia?”: l’appello

Oliver Rowland, pilota di Formula E, sprona il suo più illustre collega Lewis Hamilton a impegnarsi in prima persona per aiutare la crescita dei giovani

Lewis Hamilton (Getty Images)
Lewis Hamilton (Foto Getty Images)

Oliver Rowland lancia un appello a Lewis Hamilton: fai qualcosa di più per aiutare i giovani piloti ad arrivare al vertice dell’automobilismo. Il portacolori della Nissan in Formula E sprona il campione del mondo in carica ad impegnarsi personalmente per dare una mano ai talenti emergenti che fanno fatica a raggiungere le massime categorie.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Del resto, era stato lo stesso sei volte iridato, l’anno scorso, a sollevare la questione dei costi eccessivi del karting e delle serie automobilistiche inferiori, che di fatto impediscono ai ragazzi che non provengono dalle famiglie più ricche di affacciarsi a questo sport.

“Hamilton, fai qualcosa di concreto”

Per questo motivo il suo connazionale Rowland, che è proprietario in prima persona di una squadra di kart, oggi lo spinge ad un atto concreto: “So bene, in prima persona, quanto costi gestire un team nei kart”, ha spiegato ai microfoni del podcast Inside Electric. “La gente dice che dovrebbero liberarsi dei team perché aumentano i costi, ma allo stesso tempo un team fornisce al pilota un pacchetto che gli permette di crescere molto più rapidamente di quanto farebbe se fosse da solo. Specialmente in Gran Bretagna, abbiamo delle categorie inferiori di karting molto buone, che tendono a sviluppare ottimi piloti. Ma è molto difficile: io personalmente finanzio, o ho aiutato a pagare, un paio di piloti”.

Rowland stesso, dopo aver vinto il campionato di Formula Renault 3.5 nel 2015, infatti, è stato accostato alla Renault o alla Williams, ma senza riuscire mai ad arrivare in Formula 1. “Non sono allo stesso livello dei piloti che corrono in F1, ma metto le mani in tasca per aiutare chi se lo merita e probabilmente non riuscirebbe a salire al livello successivo senza quell’aiuto”, ha proseguito. “Noto che ci sono persone che ne parlano sulla stampa e potrebbero fare la stessa cosa. A volte mi fa inca…re quando leggo chi si lamenta, ma non fa nulla di concreto. Per esempio Lewis ha detto un paio di mesi fa che serve una strada per far crescere i giovani: basterebbe che mettesse il suo nome fianco di tre o quattro talenti eccezionali e questo li aiuterebbe a raggiungere più sponsor, a generare centinaia di migliaia di euro, senza che lui ci mettesse un euro”.

Oliver Rowland, pilota della Nissan (Foto Lat Images/Formula E)
Oliver Rowland, pilota della Nissan (Foto Lat Images/Formula E)