Anche in casa Renault scattano i tagli: colpiti anche i piloti?

0
98

Anche la Renault manda in cassa integrazione la sua squadra corse: pure i dirigenti e forse anche i piloti avranno lo stipendio tagliato del 20%

Il team Renault di Formula 1 al lavoro (Foto Robert Cianflone/Getty Images)
Il team Renault di Formula 1 al lavoro (Foto Robert Cianflone/Getty Images)

La Renault è l’ultima delle squadre in ordine di tempo (almeno per ora) ad annunciare tagli agli stipendi su larga scala dovuti alla crisi coronavirus, dopo McLaren, Williams, Racing Point, Haas e la stessa organizzazione della Formula 1.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La Casa francese ha annunciato infatti che la “vasta maggioranza” della sua squadra corse attiva nella sede di Enstone, in Gran Bretagna, sarà messa in cassa integrazione durante il periodo di aprile e maggio, in cui le fabbriche sono chiuse per decisione della Federazione internazionale dell’automobile.

In Renault stipendi tagliati del 20%

La Renault ha dunque aderito al programma del governo inglese che ha dato la possibilità di coprire tramite le casse pubbliche l’80% dello stipendio regolare. Anche i dipendenti non cassintegrati, tra cui i dirigenti, saranno sottoposti ad un taglio del 20% dei propri salari: non è stato invece ancora confermato se la misura riguardi i piloti Daniel Riccardo ed Esteban Ocon. Quanto alla sede di Viry-Chatillon, dove vengono invece costruiti i motori, a partire dal 6 aprile è stata messa a lavorare part time per un periodo provvisoriamente stimato in dodici settimane, ma che potrebbe essere ridotto o esteso a seconda dell’andamento della pandemia.

“Le circostanze sanitarie e umane molto difficili che stiamo vivendo e l’isolamento restrittivo deciso in Francia e in Inghilterra, così come nella maggior parte delle altre nazioni dove si organizzano i Gran Premi, non ci permette ancora di misurare l’impatto sul nostro sport”, ha dichiarato Cyril Abiteboul, direttore generale della Renault. “Perciò dobbiamo utilizzare tutte le misure a nostra disposizione per attraversare questo periodo prolungato di incertezza e di inattività al meglio possibile, proteggendo allo stesso tempo tutto il team che abbiamo costruito negli ultimi quattro anni”.

Il pilota della Renault, Daniel Ricciardo (Foto Charles Coates/Getty Images)
Il pilota della Renault, Daniel Ricciardo (Foto Charles Coates/Getty Images)