Il campionissimo di motociclismo sconfigge pure il coronavirus (a 81 anni!)

L’ormai 81enne sette volte campione del mondo di motociclismo Phil Read è stato dimesso ieri dall’ospedale dove era ricoverato per coronavirus

Phil Read in pista a Silverstone nel 1965 (Foto Daily Express/Hulton Archive/Getty Images)
Phil Read in pista a Silverstone nel 1965 (Foto Daily Express/Hulton Archive/Getty Images)

Se campioni si nasce, lo si rimane anche ben oltre il momento in cui si decide di appendere il casco al chiodo. Ne sa qualcosa Phil Read, fuoriclasse del motociclismo negli anni ’60 e ’70, primo pilota capace di vincere il titolo mondiale sia nella classe 125 che nella 250 che nella 500, nonché ad oggi il più vecchio iridato ancora in vita, con i suoi 81 anni suonati.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ma la sua gara più importante, forse, il sette volte campione del mondo l’ha vinta proprio ieri: quella contro il coronavirus. Già anziano e malato di broncopneumapatia cronica ostruttiva, Read faceva parte della fascia di popolazione più a rischio, sia per l’età che per le sue condizioni fisiche, in caso di contagio.

Phil Read guarito dal coronavirus

Eppure, dopo essere stato ricoverato nei giorni scorsi all’ospedale Nhs di Canterbury, proprio ieri l’ex pilota inglese è stato dimesso, come ha annunciato lui stesso sul suo profilo ufficiale nei social network: “Mi sono liberato di questo indicibile virus”, ha scritto Read. “Ho ancora bisogno di ossigeno per i miei polmoni malati perché ho la Bpco, ma so per esperienza cosa mi sarà di aiuto in questo senso. Ecco perché ho ordinato delle compresse anti-malaria, Antovaquone/Proguanil, in pillole da 100 mg. Ho anche letto su Internet e sentito in tv che questa cura ha reso più facile la respirazione a molti pazienti. Incrociamo le dita!”.

Anche se la lotta per la guarigione completa, dunque, non si è ancora conclusa, “Fil di ferro” merita senza dubbio un grandissimo plauso per la tenacia e lo spirito battagliero che ha dimostrato anche in questa occasione. Di lui, del resto, gli appassionati di motociclismo ricordano soprattutto gli scontri titanici di cui fu protagonista con l’indimenticato Mike Hailwood e con Bill Ivy, oltre che il suo atteggiamento sempre schietto e diretto, senza peli sulla lingua.

Fino a poco tempo fa, l’arzillo ottantenne era ancora solito scendere in pista in moto per giri dimostrativi o raduni vari. E chissà che, una volta ripresosi, Phil Read non sia in grado di regalarci spettacolo ancora una volta.

Phil Read (Foto Pryke/Express/Hulton Archive/Getty Images)
Phil Read (Foto Pryke/Express/Hulton Archive/Getty Images)