Coronavirus, muore la leggenda della motonautica, amico dei piloti di F1

Ha perso la vita per colpa del coronavirus a 75 anni Tullio Abbate, campione di motonautica, costruttore di barche e grande amico dei piloti di Formula 1

Tullio Abbate con Valentino Rossi (Foto dalla pagina Facebook ufficiale di Tullio Abbate)
Tullio Abbate con Valentino Rossi (Foto dalla pagina Facebook ufficiale di Tullio Abbate)

Il coronavirus miete un’altra vittima illustre nel mondo dei motori: se n’è andato all’età di 75 anni la leggenda della motonautica, diventato poi progettista e costruttore di barche, Tullio Abbate. Era ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano ormai da alcuni giorni, dopo essere stato contagiato dal famigerato Covid-19, dove ieri ha perso la vita.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Classe 1944, nato a Tremezzina nel Comasco, oltre ad aver vinto in tutto circa 250 gare in diverse categorie, era anche stato capace di battere il record del mondo di velocità nel 1997, toccando la quota di oltre 223 chilometri all’ora.

Tullio Abbate e i piloti di Formula 1

Oltre ad essere un protagonista delle corse sull’acqua, Abbate era anche un grande appassionato di quelle su pista. Tra i suoi clienti e amici più stretti figuravano infatti numerosissimi campioni di Formula 1: da Ayrton Senna a Didier Pironi, da Niki Lauda a Riccardo Patrese, da Jacques Villeneuve a Michael Schumacher, da Keke a Nico Rosberg.

Ma il rapporto più stretto, Tullio l’aveva senz’altro con il compianto Gilles Villeneuve, di cui era diventato una sorta di fratello maggiore acquisito. Per il canadese realizzò uno scafo battezzato con il nome di “No problem” e fu proprio Gilles a trionfare nella gara da lui organizzata con gli altri piloti di Formula 1 nel 1981 davanti a Villa d’Este.

Abbate aveva portato avanti la tradizione di famiglia, tramandatagli dal padre Guido, che ormai da 150 anni disegna e realizza imbarcazioni sul lago di Como. Anche suo figlio Tullio Junior è un noto pilota di motonautica, e lo scorso novembre è stato vittima proprio di un brutto incidente sull’acqua.