Coronavirus, Ferrari raccoglie oltre 1 milione di euro

0
57

Ferrari ha raccolto oltre un milione di euro da erogare alla lotta contro il Coronavirus nella provincia di Modena, una delle più colpite d’Italia.

Stabilimento Ferrari a Maranello (getty images)

Modena è una delle province italiane maggiormente dal Coronavirus. Secondo l’ultimo bollettino regionale si sono registrate altre sette vittime per un totale di 267 decessi dall’inizio dell’emergenza, per un totale di circa 3000 persone contagiate. Ferrari ha deciso di schierarsi al fianco del suo territorio e ha raccolto oltre un milione di euro e la raccolta fondi proseguirà ancora nei prossimi giorni.

La casa di Maranello ha deciso di fare una “colletta” fra tutti i suoi clienti e raddoppierà il valore complessivo di quanto racimolato. Le prime risorse sono state subito messe a disposizione del territorio di Modena, dove è nato Enzo Ferrari. Attraverso l’Ausl di Modena verranno impiegate nella cura dei pazienti affetti da Coronavirus e nell’acquisto di presidi e attrezzature mediche utili per contrastare il contagio.

Una percentuale del ricavato è impiegato per il potenziamento della Telemedicina, che consente di monitorare a distanza i cittadini con sintomi compatibili con il virus di Covid-19 attraverso diversi dispositivi collegati in bluetooth con smartphone o tablet. Proprio in questi giorni, in virtù della donazione Ferrari, l’Ausl di Modena sta utilizzando queste tecnologie per alcuni pazienti positivi al virus con patologie neurologiche, ospitati all’interno delle Case Residenza Anziani della provincia.

“L’iniziativa – spiegano alla Ferrari – è frutto dell’impegno comune della Società e dei suoi molteplici clienti internazionali che negli ultimi anni hanno preso parte alle Cavalcade, esperienze di viaggio organizzate dal Cavallino Rampante alla guida delle sue vetture. A ogni donazione di questi clienti, Ferrari verserà infatti un importo equivalente. La raccolta, che continuerà nelle prossime settimane, ha raggiunto in pochi giorni il milione di euro”.