Un calciatore del Bayern Monaco ha deciso di interrompere la quarantena per ritirare la Ferrari 488 GTB acquistata di recente.

Ferrari 488 GTB (Twitter)
Ferrari 488 GTB (Twitter)

Niklas Süle ha fatto decisamente arrabbiare il Bayern Monaco. Il difensore 24enne, infatti, ha deciso di interrompere la quarantena per ritirare la sua nuova Ferrari 488 GTB. Il calciatore ha deciso di regalarsi questo bolide dopo essere guarito da una grave lesione al menisco del ginocchio sinistro che lo aveva tenuto lontano dai campi dallo scorso ottobre.

Naturalmente, nonostante il tedesco abbia recuperato la piena forma fisica dovrà continuare a stare lontano dai campi da gioco visto lo stop imposto alla Bundesliga a causa della pandemia. La notizia ha subito fatto il giro della Germania.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Non è l’unico ad amare le Ferrari

I problemi tra il Bayern Monaco e Niklas Süle però non sono tutti racchiusi al fatto che il difensore ha infranto la propria quarantena per un motivo futile, ma anche per il marchio della vettura. Il club tedesco, infatti, è sponsorizzato da Audi, quindi va da sé che non ama molto vedere i propri calciatori guidare vetture della concorrenza.

Non è però la prima volta che qualcuno nel Bayern decide di infrangere le regole stregato da una macchina prodotta a Maranello. Lewandowski, Rafinha e Oliver Kahn, infatti, hanno tutti comprato in passato delle Ferrari, in barba allo sponsor che ogni anno versa milioni di euro nelle casse del club.

Non è di certo un bel periodo per i dirigenti del Bayern Monaco, che già devono fare i conti con il caso legato a Jerome Boateng, che qualche giorno è stato protagonista di un brutto incidente mentre infrangeva la quarantena nel tentativo di raggiungere il figlio che vive a Lipsia e non stava molto bene.

Antonio Russo

Niklas Süle (Getty Images)
Niklas Süle (Getty Images)