MotoGP, Franco Uncini: “Il KymiRing non ha l’omologazione”

0
168

La stagione MotoGP potrebbe avere inizio in Finlandia, ma il nuovo tracciato del KymiRing manca ancora dell’omologazione.

Franco Uncini
Franco Uncini (getty images)

Per molti la data e il circuito ideali per cominciare la stagione MotoGP 2020 sarebbe quella di metà luglio in Finlandia. Ma il responsabile della sicurezza Franco Uncini non ha ancora omologato la pista. L’ufficiale di sicurezza FIM Franco Uncini dovrà essere libero di poter volare in Finlandia per poter concedere l’omologazione: “È vero che il KymiRing non ha ancora ottenuto l’omologazione per il Grand Prix”, ha detto a Speedweek.com. “Quando potrò farlo è incerto. Posso solo dire quando posso viaggiare di nuovo. Per il momento, sono bloccato a casa a Recanati agli arresti domiciliari”.

Leggi anche -> Loris Capirossi: “Con l’inizio ad agosto faremo un bel campionato”

Un possibile Mondiale europeo

Franco Uncini non ha potuto partecipare neppure al week-end di Losail dove hanno gareggiato Moto2 e Moto3. “È stato difficile per me fare a meno del GP del Qatar. Mi mancano tutti gli amici e i conoscenti del paddock”. L’epidemia di Coronavirus e le rigide misure restrittive messe in piedi dai vari governi gli impedisce di potersi spostare liberamente. Alcuni proprietari di team ritengono che la stagione della MotoGP si terrà  solo in Europa perché molti paesi non elimineranno i divieti di volo così rapidamente o almeno non consentiranno ai viaggiatori provenienti da Italia, Spagna o Francia e altri paesi gravemente colpiti nel paese di mettere piede nel loro territorio. O dovranno metterli in quarantena per 14 giorni.

Pertanto, si potrebbe andare alla ricerca di nuove sedi europee, come le piste di Portimão ed Estoril in Portogallo. “Al momento non escludo, ma non sarà facile omologare tali circuiti di grado A”, ha dichiarato Franco Uncini. Ma in tale situazione di emergenza tutto è possibile, compresa l’omologazione con l’ausilio di un drone. L’ex campione del mondo non voleva perdere un altro Gran Premio dopo il Qatar a causa della sua residenza italiana. “Stavo pertanto pensando di trasferirmi temporaneamente da mia figlia a Lugano, che vive e lavora in Ticino, in Svizzera”, ha dichiarato Uncini. “Allora avrei potuto volare da Zurigo al Grand Prix. Ma non potevo lasciare l’Italia in tempo”.

Franco Uncini (getty images)