Silverstone lancia una proposta per salvare la F1

0
55

La F1 continua ad interrogarsi su come poter ripartire una volta terminata l’emergenza Coronavirus. Interessante la proposta di Silverstone.

Circuito di Silverstone (photo Facebook)Ormai non si sa più che pensare e cosa inventarsi. Al momento il mondo sembra essere privo di risposte sul futuro sociale e ovviamente, nel nostro caso, anche su quello dello sport. Ecco, dunque, che ormai è una rincorsa alle proposte più azzardate ed estreme sul come e quando avverrà la ripresa. L’ultima è quella avanzata dal tracciato britannico che si è proclamato disponibile a dare una mano al Circus ospitando più gare, anche in senso antiorario.

Sulla carta il gran premio è fissato per il 19 luglio quando il governo inglese doverebbe aver esaurito le misure restrittive, di conseguenza è probabile che da lì in avanti si potranno creare più occasioni.

“Stiamo lavorando a braccetto con la F1″m ha affermato a Sky Sports News il responsabile del tracciato Stuart Pringle. “Stiamo cercando in ogni modo di fare qualcosa e di mantenere alto l’interesse del campionato. La maggior parte dei team hanno sede qui, dunque dal punto di vista logistico sarebbe utile per loro che si corressero diverse manche sul nostro tracciato”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Abbiamo sistemato le infrastrutture, per cui ogni sera i membri dello staff potranno andare a casa loro a dormire. Se fosse d’aiuto l’idea, sarei felicissimo di poterla realizzare. Vediamo cosa ci verrà chiesto”, ha aggiunto.

In effetti potrebbe essere una strada interessante da percorrere. Solitamente il round nelle Midlands è molto ben organizzato e la risposta del pubblico senza pari.

“Percorrere i 5,98 km in senso inverso non è un pensiero stupido, anche se ad oggi non abbiamo la licenza per farlo, ma visto il momento straordinario, penso si possa prendere decisioni particolari. Ufficialmente non c’è nulla di concreto. Vedremo le prossime quattro settimane cosa ci riserveranno. Per la serie è difficile valutare ora perché non guardano solo alla Gran Bretagna, ma quel che accade nel mondo in generale. Vanno organizzati i viaggi e quant’altro”, ha concluso.

Lewis Hamilton sulla Mercedes W11 allo shakedown di Silverstone (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton sulla Mercedes W11 allo shakedown di Silverstone (Foto Lat Images/Mercedes)