MotoGP, Zeelenberg: “Due GP a week-end in stile SBK”

Il tecnico olandese del team Petronas Wilco Zeelenberg apre alla possibilità di correre due GP in un week-end per salvare il calendario 2020.

Wilco Zeelenberg e Franco Morbidelli
Wilco Zeelenberg e Franco Morbidelli (photo Facebook)

Wilco Zeelenberg, team manager della Petronas Yamaha, prova a guardare con ottimismo alla stagione MotoGP 2020. In un’intervista a Niki Kovacs, il tecnico olandese ha anche confermato che il circuito di Sepang è stato in trattativa con Dorna per ospitare potenzialmente due round della MotoGP in questa stagione, trattativa che si è presto arenata.

Difficile pensare ad un campionato con 19 gare se la stagione prenderà il via a luglio o agosto, si rischierebbe di compromettere anche il 2021. Ma Zeelenberg vede con favore l’ipotesi di correre due gare a week-end. “Guardando ad esempio la Superbike, facendo due gare per evento… Se è davvero necessario fare 15-16 gare con due gare a fine settimana devi fare solo otto eventi per 16 gare”.

Leggi anche -> Il papà di Valentino Rossi: “Partiva sempre male, ecco cosa ha imparato”

Il futuro non è certo più roseo secondo il punto di vista del team manager Petronas SRT. “22 gare [in futuro] è un incubo per me! È già troppo per me. Se non siamo in grado di trovare un campione del mondo con 15 gare, qualcosa non va! Ma viviamo tutti con questo prodotto chiamato MotoGP e penso che Dorna e IRTA stiano facendo un ottimo lavoro. Possiamo esserne orgogliosi perché il campionato è molto serrato e piacevole. Quindi ci mettiamo nelle loro mani e vediamo. Se possiamo correre da luglio a dicembre, possiamo ancora fare molte gare. Ma al momento non so quando possiamo volare, per esempio”.

I piloti del team Petronas Yamaha MotoGP 2020 Fabio Quartararo e Franco Morbidelli (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)
I piloti del team Petronas Yamaha MotoGP 2020 Fabio Quartararo e Franco Morbidelli (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)