Il marchio Aston Martin torna in F1. Ora è davvero ufficiale

Il marchio Aston Martin sarà protagonista del mondiale di F1 2021. A darne l’annuncio il proprietario della Racing Point Lawrence Stroll.

(©Getty Images)

Chi ha i soldi ha la mente sgombra anche in momenti critici come quelli che stiamo vivendo. Ed infatti alla faccia del coprifuoco quasi globale, il magnate canadese è riuscito a fare il colpo del secolo, o perlomeno un’operazione di marketing degna di nota.

Il papà di Lance ha appena decretato l’inizio di un’avventura che potrebbe riscuotere un certo entusiasmo mediatico sebbene abbia la parvenza di essere un’operazione in stile Sauber – Alfa Romeo.

E’ uno degli accordi più belli in cui sono stato coinvolto, le auto sono la mia passione e vita, Aston Martin ha sempre avuto un posto speciale nel mio cuore”, ha affermato il 60enne. “Ora le carte sono complete, quindi posso concentrarmi sulla strategia da adottare”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Nonostante, come detto, non sia ancora ben chiaro in cosa consisterà la partnership tra le due realtà, Stroll ha cercato di togliere alcuni dubbi. “Tramite la F1 avremo la possibilità di sperimentare nuove tecnologie. E’ incredibile vedere come queste possano essere installate anche sulle auto stradali, specialmente per quelle a motore centrale che verranno lanciate in futuro. Sarà una collaborazione genuina”, ha assicurato. “Il gruppo di lavoro a Silverstone è formato da gente determinata e con lo spirito che serve per le corse. Dopo 30 anni si meritavano di essere rappresentati degnamente, i benefici di tali mosse si vedranno quest’anno con il team attuale. La nuova denominazione creerà maggior pressioni e aspettative, dobbiamo essere competitivi fin dall’inizio”.

A fronte di tale euforia, a questo punto, la Ferrari si dovrà svegliare, perché se già nel 2020 il rischio di finire alle spalle della “pantera rosa” in alcune occasioni è più che realistica, dal mondiale successivo potrebbe diventare un pericolo permanente.

(©Getty Images)

Chiara Rainis