Il coronavirus non frena il nuovo marchio che vuole entrare in Formula 1

0
123

La Aston Martin ribadisce i suoi piani di entrare in Formula 1. Anche con la pandemia di coronavirus, e anche senza Toto Wolff

Il marchio Aston Martin sull'alettone posteriore (Foto Getty Images/Red Bull)
Il marchio Aston Martin sull’alettone posteriore (Foto Getty Images/Red Bull)

Nonostante la crisi del coronavirus, che sta portando molti costruttori attualmente impegnati in Formula 1 a rivalutare il proprio impegno nel Mondiale a quattro ruote, c’è un marchio che non fa marcia indietro sulla sua intenzione di entrare nel campionato nel prossimo futuro.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Si tratta della Aston Martin, storica Casa inglese finita in difficoltà economiche e poi salvata da un gruppo d’investitori capeggiato dal magnate canadese della moda Lawrence Stroll, già proprietario del team Racing Point e padre del pilota Lance Stroll.

Aston Martin verso la Formula 1

Ad oggi la Aston Martin è sponsor principale della Red Bull, ma l’obiettivo a partire dalla prossima stagione è quello di rilevare, appunto, la squadra Racing Point per trasformarla in un team ufficiale a tutti gli effetti. Per diversi mesi si è ipotizzato che il boss della nuova scuderia potesse essere l’attuale team principal della Mercedes, Toto Wolff, amico fraterno di Stroll.

“Per quanto ne so, Wolff ha deciso da molto tempo di lasciare la Mercedes e unirsi a Stroll alla Aston Martin”, aveva rivelato la settimana scorsa l’ex patron della Formula 1, Bernie Ecclestone. Ma lo stesso Wolff ha smentito queste sue presunte intenzioni. E in effetti, a seguito dell’ulteriore meeting svoltosi lunedì per discutere i dettagli del piano di salvataggio, Stroll ha deciso di assumersi in prima persona il ruolo di amministratore delegato del marchio a partire dal prossimo 20 aprile.

Leggi anche —> Wolff ha deciso. Ecco cosa farà quando riprenderà la F1

“Questo darà la stabilità necessarie per far ripartire gli affari verso un futuro a lungo termine”, ha messo in chiaro lo stesso Stroll. “Abbiamo un piano chiaro da realizzare, che comprende anche l’ingresso in Formula 1 di un team ufficiale Aston Martin per la prossima stagione. Non vedo l’ora di lavorare con la dirigenza per poter mettere in pratica questo programma”.

Il marchio Aston Martin sulle fiancate (Foto Getty Images/Red Bull)
Il marchio Aston Martin sulle fiancate (Foto Getty Images/Red Bull)