Formula 1, il tentativo di lanciare i GP virtuali si trasforma in un flop

0
710

Anche la Formula 1 tenta di riempire il vuoto lasciato dallo stop dei GP con le gare virtuali, ma se la cava molto peggio rispetto alle gare americane

I Gran Premi virtuali di Formula 1 online (Foto Ferrari)
I Gran Premi virtuali di Formula 1 online (Foto Ferrari)

Ci ha provato anche la Formula 1 a riempire il vuoto lasciato dalla sospensione dei Gran Premi organizzando una propria serie di gare virtuali, in cui si sarebbero dovuti sfidare i veri piloti collegati online dalle loro case, giocando alla PlayStation al videogioco ufficiale F1 2019.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ma non si può proprio dire che l’esito di questo tentativo sia stato quello previsto. Dei venti piloti titolari di Formula 1 soltanto due, Lando Norris e Nicholas Latifi, hanno accettato di partecipare: il resto della griglia di partenza è stato riempito da ex, portacolori di altre categorie o addirittura gamer.

Leggi anche —> Quei piloti di Formula 1 che hanno detto “no grazie” alle gare virtuali

La Formula 1 si ispiri all’America

Decisamente meglio se l’è cavata la MotoGP, che ha coinvolto ben dieci delle sue star, ma persino i campionati americani di IndyCar e Nascar, che a livello automobilistico si sono meritati lo scettro di migliori serie computerizzate. “Non c’è paragone con la gara di IndyCar”, ha scritto il giornalista Michael Zeitler sulla rivista specializzata tedesca Auto Bild. “Per non parlare degli imbarazzanti problemi”.

Al di là dell’Atlantico, le griglie simulate sono state infatti riempite di piloti veri e attivi, e l’evento in sé è stato organizzato fin ai minimi dettagli: dall’inno nazionale alle conferenze stampa al commento dei veri telecronisti. Insomma, un weekend di gara in tutto e per tutto simile a quello reale.

E oltretutto realizzato sulla piattaforma iRacing, una delle più apprezzate dagli esperti di sim racing. “Non tutti i piloti di F1 hanno necessariamente a disposizione i necessari sistemi di simulazione”, ha aggiunto il giornalista teutonico Zeitler. “Ma l’organizzazione dovrebbe cercare di risolvere questa situazione urgentemente. In particolare in occasione della crisi del coronavirus è importante mantenere i tifosi felici e interessati a questo sport”.

Leggi anche —> Il primo Gran Premio (virtuale) di Formula 1 del 2020 lo vince la Renault!

I Gran Premi virtuali di Formula 1 online (Foto Ferrari)
I Gran Premi virtuali di Formula 1 online (Foto Ferrari)