F1 in pista a breve, ma a porte chiuse. La proposta di un ex

0
68

Mentre sempre più promoter chiedono di posticipare i loro GP, qualcuno propone di tornare a correre a breve ma a porte chiuse.

Sebastian Vettel ai test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel ai test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)

In un momento in cui tutto il mondo, o quasi sta vivendo in una dimensione sospesa, una sorta di limbo che ci sta tenendo intrappolati non soltanto fisicamente perché confinati nelle nostre abitazioni, ma soprattutto psicologicamente, il Circus prova a capire come riprendere le proprie attività non allungando eccessivamente i tempi.

Va detto che mentre il Canada ancora non ha deciso il da farsi, la Francia, tramite il responsabile della gara transalpina Eric Boullier ha fatto sapere di star valutando quattro opzioni: il mantenimento dell’appuntamento nella data fissata, ovvero il 28 giugno, lo spostamento più avanti, la cancellazione e la riduzione del numero dei giorni del weekend.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Intanto, una proposta, molto probabilmente non attuabile, arriva da David Coulthard il quale parlando a Ziggo Sport ha ipotizzato un rientro molto più rapido delle attese ma senza pubblico.

“Credo fortemente che gli eventi sportivi torneranno molto più rapidamente dei concerti e degli altri eventi che attraggono molte persone, quindi penso che gareggeremo a breve”, la sua convinzione. “I gran premi riprenderanno in poco tempo, soltanto non ci saranno gli spettatori in tribuna”.

Malgrado una certa sicurezza nell’affermazione è difficile che l’affamata Liberty Media rinunci agli introiti provenienti dai biglietti staccati, che in alcuni casi sono notevoli.

Secondo l’ex pilota McLaren anche l’attesissimo round di Zandvoort dove era atteso un afflusso da record si svolgerà, non si sa ancora quando, potrebbe avere luogo con i soli protagonisti in pista.

“Solo nell’ultima parte della stagione potremo rivedere la gente sugli spalti. In ogni caso, anche ad autodromo vuoto sono certo che il GP d’Olanda sarà un successo”, ha concluso ottimista il 49enne.

Chissà che magari, davvero non possa ricominciare tutto a inizio giugno anche se con il silenzio…

Il circuito di Barcellona che ospita il Gran Premio di Spagna di Formula 1 (Foto Ferrari)
Il circuito di Barcellona che ospita il Gran Premio di Spagna di Formula 1 (Foto Ferrari)

Chiara Rainis