MotoGP-Superbike, nuovo circuito in Indonesia: niente ritardi nei lavori

Il coronavirus non ferma i lavori per la realizzazione del circuito di Mandalika, sull’isola di Lombok in Indonesia. Dal Governo assicurano che non ci saranno ritardi.

photo Dorna

Non sappiamo ancora che ne sarà della stagione sportiva 2020, a causa della nota emergenza coronavirus, ma c’è chi sta lavorando in ottica 2021. È il caso dell’Indonesia.

Il vasto Paese asiatico l’anno prossimo ospiterà sia il campionato MotoGP che quello Superbike. I lavori per la costruzione del circuito e delle strutture circostanti sono ancora in corso. Il progetto viene realizzato presso la città di Mandalika, nell’isola di Lombok.

L’Indonesia non è stata colpita in modo grave dal coronavirus, sono meno di mille per persone risultate positive. Il Governo ha comunque imposto delle restrizioni per limitare il contagio, ma i lavori per la costruzione del nuovo circuito vanno avanti.

Basuki Hadimuljono, Ministro dei Lavori pubblici e dell’Edilizia popolare, ha spiegato che le cose stanno procedendo regolarmente: “Non c’è alcun ritardo, tutto sta andando come programmato”. I lavori vengono organizzati in modo tale che non ci siano eccessivi affollamenti di operai e dipendenti.

Il completamento della pista è previsto entro fine 2020, mentre il resto delle strutture sarà pronto per il primo trimestre del 2021. Non dovrebbe esserci alcun ritardo, come spiegato dal ministro indonesiano Hadimuljono. Sarà sicuramente interessante vedere MotoGP e Superbike correre in un Paese con molti appassionati di motociclismo.